Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Neymar non ha dubbi: “A fine carriera farò il giocatore professionista di poker”

PARIS, FRANCE - APRIL 13: Neymar of Paris Saint-Germain gestures during the UEFA Champions League Quarter Final Second Leg match between Paris Saint-Germain and FC Bayern Munich at Parc des Princes on April 13, 2021 in Paris, France. Sporting stadiums around France remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Dopo il ritiro c'è chi non riesce a stare lontano dallo sport che ama e si inventa una seconda vita calcistica, da allenatore o da dirigente o da opinionista. E poi c'è chi, dopo decenni, decide che vuole fare altro...

Redazione Il Posticipo

Cosa si fa una volta appesi gli scarpini al chiodo? Una domanda che qualsiasi calciatore si è posto almeno una volta nella vita. Il momento del ritiro segna la cesura per chi da quando era bambino ha quasi sempre fatto una sola cosa, giocare a pallone. E quando il calcio non è più il proprio lavoro, nonostante spesso e volentieri si guadagnino abbastanza soldi per non doversi porre il problema, c'è da capire cosa fare dopo. C'è chi non riesce a stare lontano dallo sport che ama e si inventa una seconda vita calcistica, vuoi da allenatore o da dirigente o magari in TV da opinionista. E poi c'è chi il calcio, dopo decenni, decide che proprio non vuole più vederlo. O semplicemente vuole fare altro...

POKER - E sembra essere il caso di Neymar, reduce dalla splendida prestazione nel match tra il suo Paris Saint-Germain e il Bayern Monaco. Gli dei del pallone non gli hanno sorriso troppo, considerando che il verdeoro non ha segnato ma in compenso ha preso tre legni, eppure la sua partita è stata lodata un po' da tutti. Un cambio di paradigma abbastanza ben accetto, dopo che di lui si è quasi sempre parlato...per criticare. Sarà per questo che, come ha spiegato al canale francese CNews, O Ney vuole...cambiare disciplina? Il brasiliano ha deciso, una volta smesso diventerà un giocatore professionista di poker. "È vero, è una delle cose che mi piace di più fare", ha spiegato il numero 10 dei vice-campioni d'Europa in carica.

 PARIS, FRANCE - MARCH 11: (FREE FOR EDITORIAL USE) In this handout image provided by UEFA, Neymar of Paris Saint-Germain celebrates after scoring his team's first goal during the UEFA Champions League round of 16 second leg match between Paris Saint-Germain and Borussia Dortmund at Parc des Princes on March 11, 2020 in Paris, France. The match is played behind closed doors as a precaution against the spread of COVID-19 (Coronavirus). (Photo by UEFA - Handout/UEFA via Getty Images)

TORNEI - "Mi sento molto a mio agio e credo che una volta che smetterò di giocare a calcio potrò dedicarmi ai tornei, viaggiare per giocare in manifestazioni a cui ho sempre voluto prendere parte, ma che ho dovuto lasciare da parte a causa dei miei impegni. Quando finirà la mia carriera da calciatore, questa è una delle cose che farò. Mi vedo bene a farlo, perchè gioco da molto tempo, gioco quasi tutti i giorni e cerco sempre di imparare cose nuove. E saper giocare e divertirsi è la cosa più importante". Del resto, è storia recente, dopo l'espulsione rimediata contro il Lille il verdeoro ha deciso di rilassarsi giocando tutta la nottata e...ha vinto. Dunque, non è detto che per questa nuova carriera O Ney debba per forza aspettare di finire quella da calciatore!