calcio

Neymar, dove scappi? Il PSG ti mette… in banca!

(photo by Pedro Salado/Action Plus via Getty Images)

Il brasiliano eletto ambasciatore del Banco Nazionale del Qatar. Una mossa che va oltre il marketing: i parigini provano a blindare la stella che potrebbe essere costretta a cedere qualora venisse comprovata la violazione del Fair Play...

Redazione Il Posticipo

Prove tecniche per blindare un fenomeno. Due estati fa il PSG ha sborsato 222 milioni di euro pur di strappare Neymar al Barcellona. Obiettivo? Comprare il migliore giocatore la mondo (in prospettiva chiaramente, CR7 e Messi permettendo) per diventare il club più forte di tutti. Una mossa che col senno di poi però non sembra aver sortito i frutti sperati in Champions, dove i parigini hanno il dovere di fare meglio dello scorso anno (eliminati dal Real agli ottavi). Per continua a sognare però serve O'Ney, uno che di soldi è abituato a spostarne eccome. Non sorprende allora la scelta del Banco Nazionale del Qatar: la più grande istituzione finanziaria del Medio Oriente infatti ha nominato l'attaccante ambasciatore globale.

MOSSA PSG -  Ma cosa c'entra il PSG in tutto questo? Beh, ha un ruolo determinante come spiega Marca. Il Banco Nazionale del Qatar infatti è di proprietà del fondo sovrano del Qatar (Qatar Investment Authority), la cui controllata Qatar Sports Investments (QSI) ha completato l'acquisizione del club nel 2012 e ha finanziato il trasferimento record del giocatore dal Barcellona a Parigi nell'agosto 2017. Un'operazione che ha fatto muovere una quantità di denaro tale da far drizzare le antenne alla UEFA, all'opera per capire se i parigini abbiano o meno gonfiato alcune sponsorizzazioni per aggirare il Fair Play Finanzario.

NEYMAR BLINDATO? - Ma per chiudere il cerchio serviva un ultimo elemento: la banca commerciale con sede a Doha infatti è uno degli sponsor principali della società francese. Insomma, la nomina di Neymar ad ambasciatore globale è stata fatta... in famiglia! Questa nuova alleanza fa ben sperare il PSG, che sta cercando di mettere a tacere le voci che volevano il brasiliano pronto a tornare a Barcellona. Una partenza di un big (l'altro indiziato è Mbappé) potrebbe però diventare obbligatoria qualora venisse comprovata la violazione dei parametri del Fair Play Finanziario. Ma i parigini al momento non vogliono nemmeno sentirne parlare e hanno messo Neymar... in banca!