Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Neville: “Non ce l’ho con Ronaldo, ma con lo United dovrebbe finire molto rapidamente”

Neville: “Non ce l’ho con Ronaldo, ma con lo United dovrebbe finire molto rapidamente” - immagine 1
Caso Ronaldo. Parola alla difesa. Anzi... al difensore.

Redazione Il Posticipo

Neville contro Ronaldo, parola alla difesa. Anzi, al difensore che tramite skysports ha esposto il proprio punto di vista sulla vicenda sottolineando come non abbia alcunché di personale nei confronti del fuoriclasse portoghese. Tuttavia sottolinea la necessità che il contratto fra CR7 e lo United sia risolto.

NESSUN RANCORE

—  

Neville non ha alcun rancore nei confronti di CR7 e tiene a sottolinearlo. "Le critiche fanno parte del gioco e ne ricevo sempre in abbondanza. Gli stringerei volentieri la mano correndo che sia lui a non volere la mia ma come si dice, in amore e in guerra vale tutto. Voglio bene a tutti i compagni con cui ho giocato, compreso Cristiano. Ho ancora grande ammirazione e rispetto per lui, confermo che sia il calciatore più forte che abbia visto giocare ma si è infilato in una situazione assai sgradevole. Sono rimasto molto deluso dalle dichiarazioni rilasciate sui giovani. Penso sia ingiusto, sebbene i ragazzi di oggi abbiano maggiore resilienza rispetto ai nostri tempi perché sono abituati a essere criticati sui social e a convivere con pressioni enormi".

Neville: “Non ce l’ho con Ronaldo, ma con lo United dovrebbe finire molto rapidamente”- immagine 2

TEN HAG

—  

L'ex calciatore si è poi apertamente schierato con Ten Hag. "Penso che l'allenatore abbia gestito perfettamente i primi sei mesi molto difficili allo United. Mi sembra evidente che abbia dei problemi con Ronaldo e a maggior ragione un dirigenti, avrebbero dovuto intervenire. Non l'hanno fatto, si sono allontanati e  nel calcio, in particolare quando hai a che fare con un personaggio così grande, non può accadere qualcosa del genere. e credo che il rapporto con lo United debba chiudersi. Al limite, da tifoso, posso anche essere d'accordo su alcuni concetti, ma se sei un dipendente di un'azienda e sostieni un certo tipo di tesi, significa che non si può andare avanti. Cristiano sembra qualcuno che pensa di avere il mondo sia contro di lui e non deve essere così. Il club deve trovare una soluzione che finisca molto rapidamente".