Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Neville condanna Pogba: “Imbarazzante”. Solskjaer lo scagiona: “Un gesto istintivo. Con il Leicester saremo al 100%”

Il pareggio con il West Ham serve molto di più agli ospiti. Nel mirino della critica Pogba, ma il tecnico lo difende.

Redazione Il Posticipo

Lo United non va oltre il pari con il West Ham e si giocherà la Champions in uno spareggio contro il Leicester all'ultima giornata. Un 1-1 che regala la salvezza agli hammers che ringraziano e... ridono di Pogba in campo. Il centrocampista francese è stato autore di un goffo intervento  da pallavolista che ha causato il rigore del pari. Solskjaer però non condanna il calciatore. Anzi, invita all'ottimismo. Le sue parole sono riprese da Sky Sports.

CORAGGIO - Il tecnico norvegese infonde coraggio. "Abbiamo iniziato bene, ma negli ultimi 10-15 minuti del primo tempo siamo diventati un po' frenetici, poi il rigore ha complicato tutti i nostri piani. In ogni caso saremo pronti e freschi per la sfida decisiva con il Leicester. Ci siamo creati una grande possibilità: centrare la Champions. Abbiamo due risultati su tre, ma andremo comunque lì per vincere"

POGBA - Senza quel rigore, lo United starebbe festeggiando. Neville, senza mezzi termini,ha definito l'intervento di Pogba imbarazzante. Solskjaer risponde per le rime: "Non ho visto la dinamica  in televisione ma mi è stato detto che si è messo le mani davanti al viso, quindi è rigore, anche se la palla viaggiava da tutt'altra parte rispetto alla porta. La sua è comunque una reazione naturale, istintiva. Si è protetto il viso".

GREENWOOD - Solskjaer preferisce soffermarsi sulle note positive. Come la prestazione di Greenwood. Ancora in gol. "Un gran bel gol, ne segnerà ancora tantissimi visto che ci sono ancora diverse partite in cui giocherà. Spero siano cinque, considerando anche il cammino in Europa League. Adoro la dolcezza con cui colpisce il pallone e sta imparando ad andare in rete con regolarità. Muovendosi in area di rigore avrà sempre più possibilità ha un grande talento ma ora dipende solo da lui diventare il giocatore che vuole essere. Se continua a imparare e ad affinare la sua tecnica, ci riuscirà".