Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Neuer, rinnovo con il Bayern in alto mare e Matthäus lo attacca: “Ci vuole una bella faccia tosta per chiedere un contratto così lungo…”

Al Bayern Monaco è di nuovo caso Neuer. Il portiere sta trattando con il club l'ennesimo rinnovo, ma la società e il calciatore non riescono proprio a mettersi d'accordo su un punto non di secondaria importanza: la durata del contratto. E...

Redazione Il Posticipo

Al Bayern Monaco è di nuovo caso Neuer. Stavolta non c'entra nulla Ter Stegen, ma i problemi coinvolgono comunque un collega. Nubel arriverà a Monaco di Baviera a fine stagione e, in teoria, prima o poi dovrebbe prendere il posto del numero uno dei bavaresi e della nazionale tedesca. La questione è che, come ha già spiegato più volte, di abdicare Neuer non ha la minima intenzione. Anzi, sta trattando con il club l'ennesimo rinnovo, che lo porterebbe a una militanza più che decennale con il club campione di Germania. Ma la società e il calciatore non riescono proprio a mettersi d'accordo su un punto non di secondaria importanza: la durata del contratto.

FACCIA TOSTA - Il portiere chiede un accordo che termini nel 2025, quando avrà 39 anni, oltre che un ritocco dell'ingaggio. Pretese che hanno fatto infuriare...il Panzer. Lothar Matthäus è uno che dice sempre quello che pensa e anche in questo caso l'ex interista non fa eccezione. Ai microfoni di SkySport, di cui è opinionista, l'ex capitano della Mannschaft e del Bayern dice la sua sul suo successore. "Neuer dovrebbe ricordarsi in questi momenti che la gratitudine e l'apprezzamento non sono una strada a senso unico. Per continuare a insistere su un contratto con una durata che, alla sua età, nessun club del mondo accetterebbe mai di proporgli, ci vuole una certa faccia tosta".

APPREZZAMENTO - Anche perchè Neuer non può certo rimproverare al Bayern una ingratitudine nei suoi confronti. Negli ultimi mesi, quando il portiere ha polemizzato con il compagno di nazionale Ter Stegen per il posto da numero uno, la dirigenza ha fatto quadrato attorno all'ex Schalke, con Hoeness che si è schierato senza troppi fronzoli con il classe 1986. Un qualcosa che al momento attuale Neuer dovrebbe ricordare, spiega Matthäus. "Non ricordo che il Bayern abbia mai dimostrato verso un calciatore tanto apprezzamento e importanza come è stato fatto per Neuer". Dunque, il portiere dovrebbe ridurre le sue pretese. Ma conoscendolo, il campione del mondo 2014 non si farà dire cosa fare neanche da un Pallone d'Oro...