Neuer…blocca ter Stegen: “Pensavano fossi finito, ma ho saputo difendere sempre il mio status di numero uno”

Neuer…blocca ter Stegen: “Pensavano fossi finito, ma ho saputo difendere sempre il mio status di numero uno”

Il portiere tedesco non molla ed è pronto a fare qualsiasi cosa pur di tenersi stretta la porta della Germania. L’estremo difensore del Bayern Monaco è tornato a parlare della sua competizione a distanza col connazionale Marc-André ter Stegen

di Redazione Il Posticipo

Manuel Neuer si piega, ma non si spezza e soprattutto sa il fatto suo. Il portiere 33enne ha subito due gol contro l’Olympiakos alla terza giornata di Champions League e forse avrebbe potuto fare qualcosa di più sul colpo di testa di Youssef El-Arabi: il suo Bayern ha vinto lo stesso ed è a punteggio pieno nel girone con Tottenham e Stella Rossa. Nella testa di Neuer al momento però non c’è solo il Bayern, ma anche la Germania dove scalpita il collega Marc-André ter Stegen che si è preso la porta del Barcellona: chi dei due la spunterà e sarà titolare ad Euro 2020?

SICURO DI SÉ – Secondo l’estremo difensore del Bayern, la concorrenza nella Germania non è qualcosa di nuovo. Neuer lo ha spiegato chiaramente ai microfoni di France Football in occasione di un’intervista rilasciata dopo l’ufficializzazione delle candidature al trofeo Yashin: “C’è sempre stata rivalità, non è qualcosa di nuovo. Quando sono arrivato nella nazionale tedesca c’era René Adler che però è rimasto fuori per molti mesi e ne ho approfittato per giocare la Coppa del Mondo 2010 in Sudafrica”. Quattro anni dopo Neuer ha vinto il Mondiale 2014 in Brasile suggellando il suo percorso di crescita che lo ha portato in poco tempo ad essere uno dei migliori portieri al mondo.

TANTA PASSIONE – Il portiere del Bayern Monaco è sicuro di sé nonostante abbia affrontato momenti molto duri in passato che gli hanno fatto pensare persino di smettere: “La Germania ha sempre avuto grandi portieri spesso in competizione tra di loro. Dal 2010 ad oggi sono stato in grado di difendere sempre il mio status di numero uno”. Neuer si è preso una bella rivincita nei confronti dei suoi detrattori: “Alcuni pensavano che fossi finito e non sarei mai più tornato, però ho una grande passione per questo sport e tantissimo entusiasmo. È la cosa più importante. Sono ambizioso e voglio migliorare ogni giorno. A 33 anni voglio fermare i palloni imparabili a tutti i costi”.

TROFEO YASHIN – Neuer manda un messaggio chiarissimo a ter Stegen che gioca le amichevoli con la Germania, ma è costretto a guardare dalla panchina le partite in cui ci sono punti in palio. Il portiere del Bayern avrà una spinta in più qualora dovesse vincere il trofeo Yashin. Neuer ha parlato degli altri nove candidati tra i quali ci sono ter Stegen, Samir Handanovic e molti altri: “Alisson del Liverpool ed Ederson del City sono portieri completi perché sono forti anche con i piedi. Mi piacciono, hanno un rendimento regolare e commettono pochi errori. Hugo Lloris appartiene alla mia generazione e ha fatto un grande anno con il Tottenham in Champions League raggiungendo la finale. Abbiamo diversi punti in comune perché siamo entrambi capitani nel club e in Nazionale. Lloris mi piace molto come persona”. Oggi il veterano Neuer è pronto a dire la stessa cosa del suo miglior nemico ter Stegen?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy