calcio

Gigi Di Biagio: la grande tradizione del settore tecnico

Archiviata definitivamente l'era Ventura, parte già il toto-allenatore. E tra i tanti grandi nomi fatti per la panchina azzurra, spunta anche la soluzione interna, la scelta di Gigi Di Biagio, attuale selezionatore dell'Under-21.

Redazione Il Posticipo

Archiviata definitivamente l'era Ventura, non si spegne l'eco delle polemiche per la mancata qualificazione al Mondiale di Russia. Ma com'è che si dice, inutile piangere sul latte versato, meglio guardare al futuro perchè il passato, purtroppo per l'Italia del pallone, resta incancellabile. Ed il futuro parla in primis di toto-allenatore, perchè c'è da capire chi guiderà questa nazionale verso la ricostruzione tanto invocata dopo la sconfitta con la Svezia. Tra i tanti grandi nomi fatti per la panchina azzurra, spunta anche la soluzione interna, la scelta di Gigi Di Biagio, attuale selezionatore dell'Under-21. Forse il profilo meno scintillante, ma non per questo necessariamente il meno probabile.

Di Biagio, 4-3-3 e fiducia ai giovani

Il tecnico dell'Under-21, che ha già fatto esperienza anche con l'Under-20, ha dalla sua la perfetta conoscenza del modulo adottato da buona parte delle squadre di vertice del nostro campionato, sia nella sua forma più ortodossa che nella variante del 4-2-3-1. Nelle ultime amichevoli, gli azzurrini hanno anche applicato un 4-4-2 abbastanza simile al 4-2-4 che Ventura ha utilizzato in parte della sua esperienza da CT, ma quando c'è stata in palio qualcosa di importante (e parliamo quindi dell'Europeo di categoria), Di Biagio ha sempre puntato tutto sul suo classico modulo, scegliendo tra l'altro calciatori che sono già nell'orbita della nazionale maggiore. L'avventura in Polonia è terminata con la pesante sconfitta contro i pari età spagnoli, ma nel suo girone l'Italia ha sconfitto i futuri campioni della Germania. Una buona iniezione di fiducia., soprattutto perchè arriva da calciatori che nel nuovo ciclo saranno protagonisti con la maglia dell'Italia dei grandi.

Di Biagio CT, perchè sì

Nonostante i problemi strutturali del nostro calcio a cui si cerca risposta, la scuola di Coverciano ha sempre sfornato tecnici capaci e soprattutto ottimi selezionatori. La storia delle Nazionali, da quella dei grandi a quelle di categoria, insegna. Bearzot, Vicini, ma anche Cesare Maldini e Gentile si sono formati nel settore tecnico e hanno prodotto risultati tendenti all'ottimo. Giusto quindi continuare a puntare sulla tradizione e su una tipologia di gestione del gruppo e della squadra che non sempre è assimilata da chi arriva sulla panchina della Nazionale dopo aver guidato a lungo i club. La capacità di chi sostituirà Ventura dovrà essere quella di attingere a piene mani dal campionato e dai ragazzi che giocano all'estero, creare un gruppo coeso ma intercambiabile e assemblare volta per volta l'undici migliore. E avere al comando qualcuno che lo fa da oltre sei anni può rappresentare una marcia in più.

Di Biagio CT, perchè no

Il calcio italiano ha bisogno di una scossa, non solo a livello tecnico e di struttura, ma anche e soprattutto emotivo. E l'arrivo di Di Biagio sulla panchina azzurra, per quanto scelta logica ed in linea con il progetto di ricostruzione, non garantirebbe agli appassionati e al movimento quella scintilla che in questo momento di depressione cosmica (sportivamente parlando) serve come il pane. La soluzione interna non soddisferebbe il grande pubblico, che la potrebbe interpretare come segno di un mancato appeal della Nazionale verso i grandi tecnici. C'è bisogno di entusiasmo e di risultati. E per quanto Di Biagio sia in grado di garantire i secondi, mancherebbe comunque qualcosa. E a quel punto ogni minimo falso passo potrebbe costare al neo CT una gogna di cui in questo momento non c'è assolutamente bisogno.

(function() {

var referer="";try{if(referer=document.referrer,"undefined"==typeof referer)throw"undefined"}catch(exception){referer=document.location.href,(""==referer||"undefined"==typeof referer)&&(referer=document.URL)}referer=referer.substr(0,700);

var rcel = document.createElement("script");

rcel.id = 'rc_' + Math.floor(Math.random() * 1000);

rcel.type = 'text/javascript';

rcel.src = "http://trends.revcontent.com/serve.js.php?w=82012&t="+rcel.id+"&c="+(new Date()).getTime()+"&width="+(window.outerWidth || document.documentElement.clientWidth)+"&referer="+referer;

rcel.async = true;

var rcds = document.getElementById("rcjsload_e27c7e"); rcds.appendChild(rcel);

})();

tutte le notizie di