Navas: “Da qui non deve passare neanche una mosca”

Navas: “Da qui non deve passare neanche una mosca”

Il portiere del PSG spiega ha la ricetta per vincere. Ed essere competitivi sino in fondo in Champions.

di Redazione Il Posticipo
Keylor Navas , lui sa come si fa. Tre Champions vinte con il Real Madrid e una prova maiuscola al Bernabeu: il portiere si è presentato in conferenza stampa al Parco dei Principi, alla vigilia della sfida con il Galatasaray. Parigini già qualificati ma, secondo il costaricano, è una questione di mentalità. Vincere aiuta a vincere. Anche al netto di un rendimento apparso discontinuo in alcuni frangenti.
PROSPETTIVE – Il PSG vuole provare a vincerla, finalmente, la Champions. Leggendo numeri e storia sarebbe già un grande traguardo giocarsela: le dichiarazioni di Navas sono riprese da Le Parisien.  “La squadra gioca bene, occorre un passo alla volta. La Champions è complicata. Vedo con felicità che i  miei compagni di squadra hanno tanta voglia di vincere. Combatteremo fino alla fine per andare il più lontano possibile”.
INTERMITTENZA – Navas è stato impegnato parecchio, e ha reagito… a intermittenza, ma ha una sua lettura della situazione. “Cerco sempre di essere il più concentrato possibile per aiutare la squadra, se mi viene chiesto una o dieci volte. Non sapevo quanto  avrei giocato quando sono venuto qui, ma ero pronto al mio lavoro. Un ex portiere mi ha detto di non lasciare passare una mosca. Un consiglio che tengo sempre in mente. Anche perché a volte siamo più impegnati, altri meno. Brillo a intermittenza anche perché non abbiamo mai mantenuto la concentrazione e l’intensità altissima dall’inizio alla fine. Quando ci riusciremo, saremo competitivi al 100%”.

PARIGI – Navas ha giocato con tanti campioni. E a Parigi ne ha trovati altri. “Neymar e Mbappè sono straordinari anche come professionisti e non solo come giocatori. Non li ho mai sentiti fare un commento negativo su nessuno. Al contrario, supportano tutti i giocatori e ci convincono che vinceremo. Ci danno molta serenità. Dall’esterno magari non sembra, ma questo è un gruppo sano, unito, con giocatori di altissimo livello”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy