Nations League, Low critica la UEFA: “I giocatori finiscono i match sulle gambe”

Nations League, Low critica la UEFA: “I giocatori finiscono i match sulle gambe”

Il commissario tecnico della Germania ritiene indispensabile ripristinare le cinque sostituzioni.

di Redazione Il Posticipo

La regola dei cinque cambi torna a far discutere dopo appena 90′ di gioco in Nations League. La Germania ha finito sulle gambe la sfida con la Spagna, che ha trovato il pareggio nei secondi finali di una partita che ha comportato grande dispendio fisico da parte di entrambe le squadre. In questa ottica, Low, come riportato dal Mundo Deportivo, ha mosso una critica molto diretta e abbastanza decisa alla UEFA. Il CT tedesco ritiene indispensabile tornare immediatamente alla possibilità di effettuare cinque sostituzioni considerando l’accavallarsi degli impegni delle squadre in campo nazionale e internazionale  e di un calendario molto compresso.

CAMBI – Il commissario tecnico è molto esplicito. Ritiene assolutamente sbagliato che in Nations League non si possano effettuare cinque sostituzioni: “Voglio esprimere questo concetto in modo molto chiaro. Se non accettiamo in questo periodo la possibilità di poter effettuare cinque sostituzioni non so quando abbia senso farlo.  Avremmo dovuto mettere in chiaro prima della manifestazione che questa regola fosse una soluzione sensata”.

SULLE GAMBE – La Germania ha sofferto molto dal punto di vista fisico. In Bundesliga, fra l’altro, la regola delle cinque sostituzioni è stata approvata anche in vista della prossima stagione. Low spinge per una modifica immediata al regolamento, anche per tutelare la salute dei calciatori e garantire qualità alle partite.  “Tutti hanno potuto vedere che alla fine della partita i giocatori erano sulle gambe. Le cinque sostituzioni sarebbero state un’ottima scelta anche per tutelare la salute dei calciatori. Il calendario da qui alla fine della stagione è molto pesante a livello internazionale e nei prossimi mesi questa scelta rischia di avere ripercussioni molto pesanti. Sia a livello di infortuni, che di scadimento di forma fisica. E tutto andrà a discapito della qualità di gioco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy