Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Napoli, i precedenti: senza gioie a San Siro… a fine stagione è scudetto

Napoli, i precedenti: senza gioie a San Siro… a fine stagione è scudetto - immagine 1

Gli azzurri coltivano sogni di scudetto e hanno scelto l'occasione... giusta.

Redazione Il Posticipo

Il Napoli si giocherà lo scudetto con le milanesi. Non una tragedia. Anzi. Se coltivano sogni di scudetto, hanno scelto l'avversaria.. giusta. Anche se non è mai bello perdere, nelle uniche due occasioni in cui il Napoli ha vinto lo scudetto, è uscito maluccio da San Siro.

1986/1987 - Maradona, reduce dalla vittoria Mondiale con l'Argentina, va a caccia del primo storico successo nel campionato italiano indossando la maglia del Napoli. La squadra azzurra parte fra le favorite alla vittoria finale e non tradisce le attese.  Poco prima del girone d'andata arriva l'aggancio, ma il Napoli riesce a distaccare nuovamente i nerazzurri e a presentarsi a distanza di sicurezza a Milano, dove gli azzurri escono sconfitti dall'Inter per 1-0. Rete di Beppe Bergomi alla ventidudesima giornata di campionato giocata il 22 marzo del 1987.  Pareggio anche con il Milan alla quattordicesima giornata, a dicembre. Due risultati negativi che però non impediscono alla squadra allenata da Ottavio Bianchi di vincere il primo storico scudetto.

Napoli, i precedenti: senza gioie a San Siro… a fine stagione è scudetto- immagine 2

1989-1990 - Milan e Inter si dividono gloria e successi in Italia, superando proprio la concorrenza del Napoli che tornerà a vincere il titolo nella stagione 1989-1990. Anche in questo caso il testa a testa è con una milanese. In questo caso il Milan che contende lo scudetto sino a pochissime giornate dal termine. Le trasferte a Milano, come spesso accade, sono avare di soddisfazioni. Il Napoli si presenta a San Siro contro l'Inter alla 26esima giornata il 23 febbraio e perde per 3-1: autogol di Ferrara, Klinsmann e Bianchi. Non va meglio contro il Milan:0-3 incassato alla 24 giornata, l'11 dello stesso mese. Due sconfitte in poche settimane, dunque, che però non condizionano il cammino verso il secondo e sinora ultimo scudetto azzurro che arriverà dopo un lungo testa a testa.