Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Napoli – Fiorentina il primo gol di Baggio, il primo scudetto del Napoli e la parola di D10s: “Sarà un grande”

FLORENCE, ITALY - SEPTEMBER 07:  Roberto Baggio (C) takes his seat before the UEFA EURO 2012 Group C qualifier between Italy anf Faroe Islands on September 7, 2010 in Firenze, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

"Nozze d'argento" per una sfida indimenticabile.

Redazione Il Posticipo

Napoli - Fiorentina torna a significare, per i padroni di casa, una sfida scudetto. E quando si gioca in primavera, di solito, porta bene agli azzurri. Il 10 maggio del 1987 si gioca una partita memorabile. Per la prima volta in assoluto si incrociano Diego Armando Maradona e Roberto Baggio. Una sorta di nozze d'argento calcistica.

STORICO - Una sfida che assumerà connotati storici. Il d10s è già Campione del Mondo. E prova a guidare il Napoli verso il primo storico titolo. Roberto Baggio è un ragazzo di cui si dice un gran bene. Si è lasciato alle spalle un infortunio e 220 punti alla gamba dopo un infortunio al ginocchio e a Firenze è considerato l'erede di Antognoni. Per la cronaca, la partita si chiuderà 1-1 ma è più importante cosa accade rispetto al risultato. Alla Viola serviva un punto per centrare la salvezza. Agli azzurri era sufficiente non perdere per assicurarsi lo scudetto. Inevitabile che la sfida si incanalasse su certi binari. Dopo 29' il Napoli va in vantaggio con Carnevale. 1-0.

 

RIGORE - Passa qualche minuto. Renica atterra Antognoni. Non vi sono dubbi. Calcio di rigore. Dunque, lecito attendersi che il "10" si impossessi del pallone per calciarlo dagli undici metri. Invece, sul dischetto ci va il numero "11". Un vero e proprio passaggio di consegne. Baggio si incarica dell'esecuzione. Perfetta. A fil di palo. 1-1. La partita di fatto finisce dopo il gol del ragazzino. Il primo gol di Roberto Baggio dunque, è a casa del più grande di tutti. Arriva, alla quarta presenza in massima serie. Ne metterà a segno altre 290 in 643 partite con le maglie di Fiorentina, Juventus, Milan, Bologna, Inter e Brescia. E come Maradona con l'Argentina, scriverà pagine indimenticabili, seppur nel nostro caso senza lieto fine, con la maglia della nazionale italiana. Il primo gol, però, non si scorda mai. Esattamente come quella sfida che si sarebbe consegnata alla storia non solo per lo scudetto del Napoli.

INVESTITURA - Diego Maradona, fra l'altro, ci aveva visto lungo. Del resto il talento sa riconoscere il talento. Come riportato dal Corriere Fiorentino il diez rilasciò parole dal sapore dell'investitura. "Baggio potrebbe diventare il numero uno al mondo, ha tutte le qualità tecniche più forte negli anni '90". Parola di d10s.