Napoli e turnover, un rapporto complicato

Napoli e turnover, un rapporto complicato

Nelle prime due giornate di campionato, il Napoli sembrava aver mostrato la sua formazione titolare. Ma da lì in poi… ha cambiato sempre almeno 4 uomini a partita. Il turnover, quando niente e quando… troppo.

di Redazione Il Posticipo

Salisburgo

Tra Verona e Salisburgo, i chilometri non sono tantissimi. Tuttavia tra l’una e l’altra partita Ancelotti ha il tempo per escogitare altre strategie di turnover. Dentro Luperto per Manolas; dentro Zielinski per Insigne; Lozano per Younes; Mertens per Milik. Ancora 4 cambi. Sfida importantissima in chiave qualificazione e interpretata a dovere dalla squadra che torna a Napoli con tre punti e l’ipoteca della qualificazione. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy