Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nagelsmann pensa già… al ritiro: “Lavorerò per altri 20 o 30 anni, poi allenerò ad altri livelli”

(Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

Julian Nagelsmann, nonostante la giovane età, ha le idee chiarissime. Si è sempre parlato di quanto l'ormai ex allenatore del Lipsia sia precoce ma, forse, pensare già al... ritiro sembra anche un po' troppo.

Redazione Il Posticipo

La vita è quello che ti accade mentre fai altri piani, diceva John Lennon. Sì, perché durante il percorso di vita di una persona, oltre a tutto ciò che è stato pianificato, ci sono mille ostacoli, mille opportunità, mille strade alternative e altrettanti imprevisti. Certo, meglio avere le idee chiare su ciò che si vuole fare per poter prendere sempre la strada giusta ad ogni svolta. E Julian Nagelsmann, nonostante la giovane età, le idee ce le ha chiarissime. Si è sempre parlato di quanto l'ormai ex allenatore del Lipsia sia precoce ma forse, pensare già al... ritiro sembra anche un po' troppo.

PRIVILEGIO - L'allenatore nato a Landsberg am Lech, Baviera, nel 1987 tornerà nella propria regione natale per allenare quella che è la squadra più titolata in Germania dopo tre stagioni all'Hoffenheim e due passate al Lipsia. Il fatto che un allenatore così giovane con già 5 stagioni di esperienza nel massimo campionato tedesco arrivi ai massimi livelli del calcio europeo la dice lunga su di lui, ma non solo. Nagelsmann è così precoce che... pensa già al ritiro. Nel numero di Sport Bild il classe '87 risponde ai lettori. Qualcuno gli chiede quali siano i suoi piani per il futuro. "Avevo e ho un certo programma di vita e quindi penso che lavorerò per altri 20 o 30 anni. So di avere la fortuna di fare un lavoro assolutamente da sogno e sono grato per questo privilegio ogni giorno".

 LEIPZIG, GERMANY - MARCH 03: Julian Nagelsmann, Head Coach of RB Leipzig speaks during a TV Interview prior to the DFB Cup quarter final match between RB Leipzig and VfL Wolfsburg at Red Bull Arena on March 03, 2021 in Leipzig, Germany. Sporting stadiums around Germany remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

I PIANI - Ma oltre al pallone c'è di più e prima o poi bisognerà smettere ad altissimi livelli. E quindi c'è anche lì un progetto di vita. “Allo stesso tempo, nella mia vita raramente ho avuto tempo per cose che mi piace fare oltre al calcio. Prima la carriera di giovane calciatore, poi l'infortunio e il lavoro di allenatore. Non so ancora cosa accadrà un giorno. Non posso non fare niente, lavorerò sicuramente, ma magari in un'altra zona e allenerò un campionato regionale o una squadra giovanile. Non vedo l'ora di lavorare al Bayern, con cui inizierò pieno di energia. Dopotutto, ho firmato un contratto quinquennale qui". Nagelsmann, però, non vede alternative al calcio nella sua vita. D'altronde, per essere arrivato a questi livelli alla sua età deve necessariamente averci messo anima e cuore.