Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nagelsmann: “Ho rifiutato il Real Madrid nel 2018, ma è stata la decisione giusta. Il Lipsia è la scelta migliore della mia carriera”

Real Madrid in crisi: uno dei nomi che circolano per il dopo-Zidane è quello del giovane Nagelsmann. Peccato che lui abbia già rifiutato l'incarico nel 2018.

Redazione Il Posticipo

Non è facile essere un allenatore. Finché le cose vanno bene si è portati in trionfo come degli indiscutibili fenomeni. Quando le cose cominciano a prendere una piega scomoda si è un po' meno indiscutibili. Anzi, attorno a degli allenatori si sollevano delle polemiche a volte apparentemente infinite come nel caso di Zinedine Zidane. Le cose non vanno affatto bene a Madrid. Così molti tifosi chiedono a gran voce che venga sostituito. E uno dei nomi che circolano per il dopo-Zidane è quello del giovane Nagelsmann. Peccato che lui abbia già rifiutato l'incarico nel 2018.

UN PIANO - Un passo indietro. Il 2018 era quella stagione del Real Madrid successiva all'addio di Cristiano Ronaldo e di Zinedine Zidane, dopo la vittoria della Champions League. A quel tempo, il giovanissimo Julian Nagelsmann regalava all'Hoffenheim una stagione sorprendentemente positiva. Come riporta il Mundo Deportivo, l'allenatore tedesco ha raccontato di quell'episodio. "È importante avere un piano per la tua carriera professionale, per prendere le misure appropriate. È vero che ho ricevuto una telefonata dal Real Madrid, e non ero l'unico". La testata spagnola sottolinea però che il Real potrebbe tornare a farsi sotto per il trentatreenne tedesco.

 (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

IL RIFIUTO - "Volevano parlarmi e conoscere me e la mia filosofia di lavoro. Ho preso la decisione giusta e non è stato facile. È una delle migliori squadre del mondo. Con l'Hoffenheim sono riuscito a vincere solo una partita nelle competizioni europee, andare al Real Madrid dopo quello non sarebbe stato il passo più opportuno. Andare a Lipsia è stata la cosa migliore della mia carriera”. Insomma, l'allenatore è giovane ma ha decisamente sale in zucca. Non deve essere facile per un allenatore rifiutare un'offerta di un club come quello madrileno. La scelta di imparare e di crescere gradualmente in un progetto sempre ambizioso ma alla propria portata, sembra aver premiato Nagelsmann che con il Lipsia fa faville e proprio per questo sembra essere tornato nel mirino del Real Madrid.