Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nagelsmann e la sconfitta in quarantena: “Ho urlato molto, i vicini si saranno chiesti cosa stesse succedendo”

LEIPZIG, GERMANY - MARCH 03: Julian Nagelsmann, Head Coach of RB Leipzig speaks during a TV Interview prior to the DFB Cup quarter final match between RB Leipzig and VfL Wolfsburg at Red Bull Arena on March 03, 2021 in Leipzig, Germany. Sporting stadiums around Germany remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

Come ha preso Nagelsmann il 5-0 subito dal Bayern in coppa? La cucina, diventata il suo quartier generale durante la quarantena per il Covid-19, ne avrà risentito? Il tecnico spiega che non ci sono stati problemi. O almeno, non in quel senso...

Redazione Il Posticipo

Per un allenatore, non è mai semplice presentarsi in conferenza stampa dopo che la propria squadra ha subito un 5-0. Figurarsi se il club in questione non si ritrovava sul groppone un risultato simile dalla notte dei tempi. E dire che in teoria Julian Nagelsmann aveva tutte le possibilità di chiedere di non parlare ai giornalisti, visto che è ancora chiuso in casa alle prese con il Covid-19. Eppure il tecnico del Bayern Monaco, reduce dal clamoroso tonfo contro il Borussia Monchengladbach in Coppa di Germania, decide di nuovo di rispondere alle domande da casa, in maniera telematica. Anche se, come spiega Sport1, non sfugge il fatto che stavolta dietro di lui spunta uno sfondo con gli sponsor del Bayern invece della sua cucina.

VICINI - Sarà mica che il tedesco ha preso male la sconfitta e ha...distrutto i mobili? Del resto, come ha spiegato nella conferenza precedente, il tecnico ha sistemato proprio in cucina uno schermo e tutte le sue attrezzature per analizzare le partite. Ma Nagelsmann racconta che non ci sono stati problemi. O almeno, non in quel senso... "No, non è volato niente in cucina, una volta all'Hoffenheim ho tirato una bottiglia e le cose non sono andate benissimo. La cucina è esattamente come l'avete vista la volta scorsa, spero che non sentiate la lavastoviglie, visto che è accesa. Ma mercoledì sera ho parlato al telefono con Salihamidzic e con Kahn e ho urlato molto. I vicini si saranno chiesti cosa stesse succedendo...".

ESPERIENZE - Certo, sicuramente i vicini sapevano benissimo cosa stava succedendo a Monchengladbach. E avranno immaginato che per l'allenatore del Bayern non sarà stata una serata particolarmente tranquilla. Ma Nagelsmann non vuole pensarci troppo e pensa già alla partita contro l'Union Berlino. "Ho detto ai ragazzi quello che ho capito dalla sconfitta, ma ho chiesto anche a loro cosa ne pensassero. Come ex calciatore, so che si impara anche da questo, ecco perchè ho chiesto ai calciatori cosa gli passasse per la testa. Domani parlerò di nuovo con loro prima della partenza. E poi speriamo di fare una buona partita". Anche perchè altrimenti i vicini lo sentiranno di nuovo urlare...