Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nadal parla del Real…con il giudice di sedia: “Un disastro, la Liga è finita, ci resta solo la Champions…”

Spain's Rafael Nadal reacts as he plays against Serbia's Novak Djokovic during their men's final tennis match at the Philippe Chatrier court on Day 15 of The Roland Garros 2020 French Open tennis tournament in Paris on October 11, 2020. (Photo by Anne-Christine POUJOULAT / AFP) (Photo by ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP via Getty Images)

Sin da quando era bambino, Rafa Nadal è tifosissimo del Real Madrid, con buona pace del celebre zio Miguel Angel, colonna del Barcellona. E durante la finale del torneo nella città catalana, ha trovato un compagno di tifo...inatteso.

Redazione Il Posticipo

Rafa Nadal vince a Barcellona per la dodicesima volta in carriera e in fondo l'associazione tra il maiorchino e la città catalana viene quasi automatica. Merito (o colpa, a seconda dei punti di vista) di zio Miguel Angel, che per otto anni ha difeso i colori blaugrana, guadagnandosi anche il soprannome "la bestia di Barcellona" per i contrasti non proprio gentilissimi che offriva ai malcapitati avversari. Uno che in carriera ha fatto parte del Dream Team di Cruijff, che ha giocato con Figo e con Ronaldo, ma che con suo nipote è andato incontro a una delusione clamorosa. Già, perchè Rafa sin da quando era bambino è invece tifosissimo del Real Madrid, con buona pace del celebre parente.

GIUDICE DI SEDIA - E come racconta MundoDeportivo, proprio la fede blanca è stata protagonista di un simpatico fuori programma durante la partita tra lo spagnolo e Tsitsipas. Le telecamere hanno infatti ripreso una conversazione con il giudice di sedia, il marocchino Mohamed Lahyani, che evidentemente è un...compagno di tifo di Nadal. Durante una delle pause del match, l'arbitro ha infatti apostrofato il maiorchino con il più classico degli "Hala Madrid!", ricevendo però una risposta abbastanza pessimista da parte del tennista: "no, quest'anno no, è un disastro". Insomma, la stagione dei Blancos di Zidane non sembra essere molto soddisfacente per Nadal. Normale, considerando quanto sia lui che la sua squadra del cuore siano abituati a vincere con una certa frequenza...

ATTACCANTI - A quel punto il giudice di sedia ha chiesto a Nadal il risultato della partita del Real con il Betis ed è rimasto sorpreso nel sapere che i Blancos sono stati bloccati sullo 0-0 dagli andalusi: "due punti persi un'altra volta?". E il fatto che il Barcellona ora sia padrone del proprio destino preoccupa non poco: "La Liga è finita, resta solo la Champions", ha spiegato lo spagnolo all'arbitro. Il quale evidentemente ha voglia di chiacchierare con Nadal e gli dice la sua sulle carenze della squadra di Zizou: "servono attaccanti, gente che faccia gol". Ma per il maiorchino il problema è assai più ampio: "e servono tante altre cose". Alla fine, almeno, Nadal il suo torneo l'ha vinto. E chissà, magari spera che il Real prenda esempio da lui.