Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nadal, Messi, Hierro e Guti: la banda che ha rapinato Verratti aveva gli indirizzi di altri obiettivi…

Nadal, Messi, Hierro e Guti: la banda che ha rapinato Verratti aveva gli indirizzi di altri obiettivi… - immagine 1
Marco Verratti ha subito una rapina da tre milioni di dollari mentre era in vacanza a Ibiza nella villa del Fenomeno Ronaldo. E la banda aveva anche altri obiettivi celebri, come dimostrano degli appunti sequestrati dopo gli arresti...

Redazione Il Posticipo

Negli ultimi anni si sono moltiplicati i casi di rapine nelle case dei calciatori. Del resto, sono obiettivi abbastanza semplici per un malintenzionato, considerando che quando ci sono le partite si sa con una certa dovizia di particolari dove questo o quel giocatore si trova in un determinato momento. Il fenomeno dei furti ai danni delle stelle presenti e passate del pallone è aumentato a dismisura, particolarmente in Spagna e in Inghilterra. L'ultimo caso di questo tipo è quello che ha coinvolto Marco Verratti, che ha subito una rapina da tre milioni di dollari mentre era in vacanza a Ibiza nella villa del Fenomeno Ronaldo. E la banda aveva anche altri obiettivi celebri.

Nadal e Messi

Lo spiega il quotidiano DiariodeIbiza, che ha scandagliato le prove presentate dopo l'arresto di sette persone accusate non solo del furto a casa di Ronaldo, ma anche di almeno altre quindici rapine in ville di località di vacanza spagnole. La testata spagnola racconta infatti che tra i bigliettini scritti a mano che sono stati sequestrati a un complice della banda, c'erano anche i nomi di Rafa Nadal e di Leo Messi. Per quanto riguarda il maiorchino, l'appunto diceva "PortoCristo. Nadal, Maiorca", riferendosi alla casa in riva al mare da oltre tre milioni di euro in cui il tennista spagnolo vive assieme a sua moglie Mery Perello. Meno indicazioni invece sul sette volte Pallone d'Oro, segnale che i malintenzionati non avevano ancora trovato l'indirizzo della Pulce.

Altri obiettivi

Messi alla fine ha effettivamente trascorso le vacanze assieme alla famiglia dell'amico Luis Suarez alle Baleari, ma su un'isola privata chiamata Sa Ferradura, il che ha reso complicatissimo organizzare il furto. Altri personaggi celebri dello sport e non solo però sono stati trovati eccome. Tra gli appunti ci sono infatti anche i nomi e gli indirizzi di due leggende del Real Madrid, Guti e Fernando Hierro. Entrambi sono stati cancellati dall'elenco, il che però non significa che i colpi siano andati a segno. Per quello il codice era "ok", che infatti era presente accanto alle località di San Josè (quella dove si trova la villa di Ronaldo) e di Es Cubelles. E l'arresto della gang è una buona notizia anche per i politici, visto che in lista con tanto di indirizzi c'erano anche Pablo Iglesias, leader di Podemos, e Josè Maria Aznar, ex Presidente del Governo. Perchè ok i calciatori, ma anche chi ha il potere di solito ha anche i soldi...