calcio

Murillo e il Barça, dal sogno all’incubo: l’ex interista…è sparito

Jeison Murillo forse non si aspettava che il Barça puntasse su di lui per coprire i buchi in difesa lasciati da una serie di infortuni più o meno gravi. Ma per passare dal sorriso di chi vede la vetta vicina al baratro ci vuole poco...

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona, un sogno che si realizza. Ma per qualcuno può diventare un vero e proprio incubo. Per qualche informazione, chiedere a Yerry Mina, arrivato a gennaio 2018 al Camp Nou, quasi mai utilizzato e finito in una spirale negativa che lo ha costretto a lasciare la Catalogna. Una situazione che ora, da quanto riporta AS, rischia di ripetersi per un suo connazionale. Jeison Murillo forse non si aspettava che il Barça puntasse su di lui per coprire i buchi in difesa lasciati da una serie di infortuni più o meno gravi. Ma per passare dal sorriso di chi vede la vetta vicina al baratro ci vuole poco...

NON CONVOCATO - Un mese, quello in cui in teoria Valverde avrebbe dovuto più fare affidamento su di lui. Del resto, con Umtiti lungodegente e Vermaelen disponibile a corrente alternata, serviva qualcuno in grado di fare rifiatare Piquè e Lenglet. Ma Murillo ha visto il campo solamente nelle due partite di Copa del Rey contro il Levante, per poi...sparire. Non solo dalle rotazioni, ma anche dalla lista delle convocazioni. Fuori per la terza volta consecutiva, visto che dopo aver saltato l'andata dei quarti di coppa contro il Siviglia, non è stato inserito nella lista neanche per il ritorno. In mezzo, la partita di campionato contro il Girona. E anche lì, niente convocazione.

SESTO CENTRALE - Una questione che, da quanto riporta AS, preoccupa non poco Murillo. Che teme, non a torto, di diventare...il nuovo Mina. Anche perchè, se Valverde non ha contato su di lui nel mese più complicato, tra turni infrasettimanali e partite di coppa, perchè dovrebbe farlo quando rientreranno gli infortunati? Anzi, c'è anche il problema Todibo. Il centrale del Tolosa sarà blaugrana nella prossima stagione, ma potrebbe esserci la volontà da parte del Barça di portarlo subito al Camp Nou per controllarne meglio la crescita. E a quel punto, Murillo diventerebbe addirittura il sesto centrale a disposizione di Valverde. Quanto basta, oltre alle continue mancate convocazioni, per trasformare un sogno...in un incubo.