Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Muriel, il talismano: “Ogni volta che mi scaldo, l’Atalanta fa gol. Credo che il mister mi utilizzi per scaramanzia…”

BENEVENTO, ITALY - JANUARY 09: Luis Muriel of Atalanta celebrates after scoring their sides fourth goal during the Serie A match between Benevento Calcio and Atalanta BC at Stadio Ciro Vigorito on January 09, 2021 in Benevento, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Oltre che da dodicesimo, il suo ruolo è di... amuleto in panchina. E lui ci scherza su

Redazione Il Posticipo

Muriel, e meno male che era infortunato. Il colombiano come spesso gli accade, anzi ormai costantemente, entra in campo e spacca la partita. Ingresso in campo e gol. Ormai è una costante, ma l'attaccante sudamericano offre una spiegazione che va al di là dell'aspetto tecnico. Le sue parole a caldo sono riportate da Sky Sport.

SCARAMANZIA - Oltre che da dodicesimo, il suo ruolo è di... amuleto. Quando si alza per scaldarsi, l'Atalanta segna. "Avevo un piccolo fastidio con il Bologna, mi sentivo un po' più stanco del normale ma il mister ha detto che se non serviva non sarei entrato in campo. Secondo me mi usa come scaramanzia, ogni volta che mi scaldo facciamo gol. A parte gli scherzi sono sempre pronto per giocare, sono entrato e sono molto contento di quello che sto facendo, giocare in una squadra che crea tante occasioni è facile mi è sufficiente essere lucido".

LIMITI - Altra vittoria, altra partita dominata. Questa squadra è senza limiti, l'Atalanta può sognare. "Penso che non siamo mai andati via abbiamo avuto solo qualche problemino ma credo sia normale. Adesso siamo tornati sogniamo in grande e vogliamo arrivare più in alto possibile. Adesso pensiamo a continuare sin dalla prossima partita. E poi giocare con Ilicic è facilissimo, sembra che lieviti sugli avversari è un calciatore troppo forte, è un piacere giocargli accanto".