calcio

Müller suggerisce un possibile addio al Bayern: “Andare a giocare altrove non sarebbe certo qualcosa di cui vergognarsi”

(Photo by Philipp Guelland - Pool/Getty Images)

Chi non vorrebbe nella sua squadra un calciatore del genere, che nelle occasioni importanti dà sempre il suo contributo? Müller sarebbe uno dei pezzi pregiati del mercato, se mai decidesse di lasciare il Bayern. Ma tanto, non accadrà mai... O...

Redazione Il Posticipo

Thomas Müller: un giocatore che per sua stessa ammissione non ha nè una tecnica clamorosa, nè doti fisiche eccezionali. Ma che in ogni occasione sa lasciare il segno, come dimostra una carriera vincente fatta di gol importantissimi e di un lavoro spesso oscuro, a volte quasi inspiegabile, ma di certo fondamentale. Chi non vorrebbe nella sua squadra un calciatore del genere, che nelle occasioni importanti dà sempre il suo contributo? Müller sarebbe uno dei pezzi pregiati del mercato, se mai decidesse di lasciare il Bayern. Ma tanto, non accadrà mai... O forse sì?

PUÓ SUCCEDERE DI TUTTO - Le dichiarazioni del bomber bavarese al Times fanno pensare che qualche possibilità, in realtà, c'è. Nulla di definito, ma per la prima volta Muller ammette che potrebbe considerare un trasferimento lontano da Monaco di Baviera. "Non sono mica fissato a forza a questo club. Certo, abbiamo un rapporto speciale, amavo il Bayern anche prima di cominciare a giocare con questa maglia. Ma se ci fosse una situazione in cui dovessi decidere se andare a giocare con un'altra squadra, non ci sarebbe alcun problema. E non sarebbe assolutamente qualcosa di cui vergognarsi". Frasi di circostanza? Forse, visto che nel calcio, in effetti, di certo c'è ben poco. Ma il segnale che forse c'è un'effettiva volontà di lasciare la squadra che lo ha visto diventare un campione, c'è.

 (Getty Images)

ASTA IN VISTA? - Stufo di vincere tutto con il Bayern? Beh, non ci sarebbe neanche da stupirsi. Considerando che Muller fa parte della squadra titolare da quando ha diciotto anni e che nella sua carriera con il club ha già portato a casa nove volte la Bundesliga, sei la Coppa di Germania e, tanto per non farsi mancare nulla, anche due Champions con altrettanti triplete, forse un po' di noia potrebbe anche subentrare. Ma a questo punto, la domanda si pone. Quale potrebbe essere la nuova sfida? Lui un'idea la butta lì: "Potrei fare come Thiago". Dunque, magari un futuro al Liverpool. Certo, ma non solo. Difficile immaginare quale grande club non vorrebbe in squadra il tedesco, prototipo dell'attaccante moderno. E chissà, magari dopo un grande ritorno agli Europei (sempre se Löw deciderà di cambiare idea e convocarlo) potrebbe addirittura scatenarsi un'asta a suon di milioni...

Potresti esserti perso