calcio

Mourinho ha pochi dubbi: “Carlo è Carlo, vincerà presto con l’Everton. La nostra stagione non è finita”

(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Tottenham- Everton, sfida ad alta tensione in FA Cup.

Redazione Il Posticipo

Tottenham- Everton, sfida ad alta tensione in FA Cup. Mourinho difende il suo lavoro ed elogia quello di Carlo Ancelotti. I due si stimano, e lo Special One rivolge spesso pensieri al miele per il collega, ma non perde la sua consueta prosopopea nel rimarcare come il momento di difficoltà del Tottenham abbia delle spiegazioni. E rilancia le ambizioni. Le sue parole sono riprese da Football London.

CRISI - Gli spurs attraversano una fase delicata, ma Mourinho non vuole sentire parlare di crisi: "Conserveremo enormi motivazioni sino al termine della stagione. La Premier non è ancora finita. c'è ancora mezzo campionato da giocare e sebbene sembri un po' strano, abbiamo già affrontato due volte Liverpool, Chelsea e City. Ci restano ancora tante partite e quando ne avremo giocate due contro ogni avversario, allora tireremo le somme. Nel frattempo abbiamo una FA Cup da onorare, il prossimo turno di Europa League e poi ricordo a tutti che c'è sempre una finale da giocare. Quindi meglio mantenere la calma. Io spero di andare il più avanti possibile nelle coppe. Se potessimo centrale la finale di entrambe le competizioni ne sarei estremamente soddisfatto. Certo, sarebbe molto complicato e impegnativo per i giocatori. Vedremo a che punto saremo a fine stagione".

 LONDON, ENGLAND - SEPTEMBER 13: Jose Mourinho, Manager of Tottenham Hotspur walks out prior to the Premier League match between Tottenham Hotspur and Everton at Tottenham Hotspur Stadium on September 13, 2020 in London, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

ANCELOTTI - L'ostacolo da superare in Coppa non è dei più facili. Carlo Ancelotti e il suo Everton, un cliente piuttosto scomodo. Mourinho ha solo parole di stima per il collega. "Carlo è Carlo, non è certo andato in un club per trascorrere del tempo o per divertimento. Quando sceglie una strada, ne è convinto: è un vincente, uno dei migliori allenatori del mondo. E può trasmettere la sua esperienza e l'ambizione alla squadra. Non a caso l'Everton è migliorato moltissimo. Sono praticamente certo che con il tempo, Carlo vincerà un titolo. Non dico che l'Everton possa scavalcare i top club della Premier, ma è sulla strada giusta. Con il tempo, la pazienza e la crescita della squadra, è possibile puntare a qualche trofeo".