#MourinhoOut: lo Special One rischia il posto e i tifosi…raccolgono fondi per l’esonero

Ai ferri corti con la società e con risultati non all’altezza, il tecnico portoghese potrebbe dire addio alla panchina dei Red Devils. E i tifosi…vorrebbero contribuire alla separazione.

di Redazione Il Posticipo

Una vittoria e una sconfitta, tre punti in casa e zero in trasferta. Ci si potrebbe anche accontentare, se si parlasse di una squadra qualsiasi. Ma per il Manchester United, questo non è certo un inizio positivo di stagione, considerando che a battere i Red Devils è stato il compatto ma non certo irresistibile Brighton. E dopo un’estate fatta di litigi con la società per la campagna acquisti e le frizioni con alcuni dei suoi calciatori (in primis Pogba, ma anche a Martial non è andata benissimo), la panchina di Mourinho traballa più che mai. Di conseguenza, i bookmakers continuano ad abbassare la quota del possibile esonero del portoghese nelle prossime settimane.

DODICI MILIONI – Certo, dal punto di vista economico sarebbe un brutto colpo, anche per un club dalle casse floride come lo United. Per “liberarsi” dello Special One ci vogliono dodici milioni di sterline, lo stipendio restante per questa stagione, la penultima del contratto triennale che lega il vate di Setubal e la società di casa a Old Trafford. Che l’anno prossimo su quella panchina sarà seduto qualcun altro sembra ormai quasi certo. Che l’addio avvenga in tempi brevi, lo è un po’ meno. A meno che qualcuno non decida di aiutare la società e di…contribuire alla spedizione della lettera di esonero all’attuale manager dei Red Devils. Il Daily Mail riporta infatti che un tifoso dello United ha lanciato una campagna via Twitter per una raccolta fondi molto particolare.

SOCIETÁ E TIFOSI CONTRO MOU – Obiettivo…i famosi dodici milioni di sterline, da raccogliere e girare direttamente alla società affinchè provveda a esonerare Mourinho. Non che l’idea stia avendo grandissimo successo, con sole venticinque sterline donate in una decina di giorni, ma è abbastanza sintomatica della volontà di cambiamento che serpeggia tra i supporter dei Red Devils, che hanno addirittura lanciato l’hashtag #MourinhoOut. Sono infatti numerose anche le petizioni che chiedono di licenziare il tronco il tecnico, che si vanno ad aggiungere alla mossa del vice-presidente esecutivo Woodward, con cui Mou ha avuto parecchi dissidi. Secondo il Sun, il dirigente è sceso negli spogliatoi dopo la partita col Brighton per parlare con i calciatori, ma senza attendere l’arrivo del manager. Fronda in vista? Chissà. Intanto, pian piano, qualcuno prova a mettere da parte i soldi necessari per l’addio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy