Mourinho-United, finita la tregua: Special One…ammanettato, sul mercato decide la società

La dirigenza dello United dovrebbero mettera a disposizione oltre cento milioni di euro per portare nuovi calciatori a disposizione di Mourinho. Il problema però è come questi soldi saranno spesi. Anzi, chi deciderà come farlo…

di Redazione Il Posticipo

Passato Halloween, si pensa a Natale. O, nel caso delle società di calcio, si pensa a gennaio e al mercato di riparazione. Un qualcosa che, a giudicare dai risultati, forse al Manchester United potrebbe servire. Su questo è d’accordo anche la dirigenza, dato che dovrebbero essere a disposizione oltre cento milioni di euro per portare nuovi calciatori a disposizione di Mourinho. Il problema però è come questi soldi saranno spesi. Anzi, chi deciderà come farlo. Da quanto riporta ESPN, lo Special One potrebbe non avere assolutamente voce in capitolo sulle trattative. Trasformandosi così da manager a tutto tondo in semplice “head coach”. Zitto e allena e il mercato lo facciamo noi.

DECIDE LA SOCIETÁ – Una posizione, quella del club, di cui è massima espressione il vice-presidente dei Red Devils Ed Woodward, che già negli ultimi mesi si è più volte scontrato con il suo allenatore proprio per questioni di mercato. Mou dal canto suo continua a sottolineare nelle conferenze stampa che senza investimenti difficilmente si possono raggiungere i livelli di City e Juventus, tanto per citare due squadre…a caso. Dall’altra parte il club conferma che i fondi ci saranno, ma che esattamente come nel mercato estivo, non spetterà al tecnico l’ultima parola su chi comprare. E quindi, nonostante le temperature, ci si aspetta un gennaio molto caldo a Manchester.

SPESE FOLLI – La questione nasce…da lontano. Dalle spese di Mourinho nel corso della sua carriera, che hanno magari fruttato a breve termine ma che spesso e volentieri si sono trasformate in pesi per le società. Nel mirino dello Special One, ad esempio, in estate c’era il centrale del Tottenham Alderweireld, bocciato perchè a trent’anni non rappresenta un investimento per il futuro. Discorso differente per Maguire, richiesto dopo un ottimo mondiale e quindi con un prezzo fuori mercato secondo Woodward. E Boateng, anche lui nel mirino di Mou che gli ha personalmente telefonato, è stato scartato perchè troppo propenso agli infortuni. Ora i nomi per gennaio sono quelli di Skriniar, di Romagnoli e di Milenkovic. Ma qualcuno di loro arriverà solo ed esclusivamente se avrà il placet della società. Altrimenti, mercato fermo. E Special One…sempre più arrabbiato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy