Mourinho spinge Klopp: “Vinci col City e vinci il campionato”

Mourinho spinge Klopp: “Vinci col City e vinci il campionato”

José Mourinho spiega che se i Reds vincessero lo scontro “diretto” con il City il campionato sarebbe praticamente finito.

di Redazione Il Posticipo

Quest’anno, in Inghilterra sembra esserci un solo velocista. I punti di distacco tra il Liverpool e tutti gli altri fanno presagire un finale di campionato poco divertente a meno che i reds non si rivelino il peggior avversario di sé stesso. Ed è proprio per questo che l’opinionista José Mourinho spiega che se i Reds vincessero lo scontro “diretto” con il City il campionato sarebbe praticamente finito.

SOLO TRE PUNTI – È il Mirror a raccogliere le dichiarazioni dello Special One: “Penso che Jürgen non lo possa dire ma io posso: penso che nove punti siano, per una grande squadra, una differenza che devi solo controllare. Quindi direi che se il Liverpool vincesse questa partita oggi, vincerà il campionato“. Ed è chiaro che se fosse un tifoso a dirlo avrebbe tutto un altro effetto ma si tratta di Mourinho, uno che di calcio, qualcosa ne sa. Tuttavia… “Non penso che un punto sia abbastanza per loro. Il City è davvero una grande squadra, capace di grandi serie di vittorie consecutive. E uno scivolone per il Liverpool potrebbe sempre arrivare. Quindi ritengo che un pareggio sarebbe un risultato positivo per il City. I reds devono approfittare del momento e vincere la partita ad Anfield. Secondo me, per loro è l’unico risultato buono“.

IL MOU-PENSIERO – Poi… un po’ di nostalgia dei tempi passati che, forse, potrebbe dare un po’ di coraggio al nemico giurato sia di Klopp che di Mou: Pep Guardola. “Credo che la cosa più importante sia la consapevolezza di essere  una squadra migliore. Mi ricordo nel gennaio 2005, simo venuti qui e abbiamo vinto perché eravamo la miglior squadra per distacco. L’anno dopo siamo tornati e abbiamo vinto 4-1“. Il concetto è semplice. “Se sei la migliore squadra, vieni per vincere e sei fiducioso di poter vincere. Metti nelle teste dei giocatori la consapevolezza  di essere i migliori ma anche in quel caso… Anfield è sempre un posto difficile dove venire a giocare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy