Mourinho racconta un anno di Tottenham: “Ora consapevoli della nostra forza”

Dodici mesi fa il Tottenham era quattordicesimo in classifica. Lo scenario, in questa stagione, è radicalmente cambiato.

di Redazione Il Posticipo

Mourinho, un anno di Tottenham. Dodici mesi fa, lo special One accettava l’incarico di guidare gli spurs, che avevano iniziato maluccio. Quattordicesimi in classifica con altrettanti punti dopo 12 partite. Quanto basta per salutare Pochettino. Un anno dopo, la prospettiva è cambiata: gli spurs sono secondi in graduatoria. E per celebrare l’anniversario, il tecnico portoghese ha concesso una lunga intervista a Sky Sports.

COMPETITIVO – In una Premier quanto mai equilibrata, il Tottenham può recitare una parte da protagonista. “È una bella sensazione. Abbiamo fatto un buon lavoro sul mercato e ci siamo preparati molto bene durante il poco precampionato.  Abbiamo iniziato la Premier League con una sconfitta per  1-0 in casa contro l’Everton ma questo non ha influito sulla nostra stabilità emotiva. Siamo consapevoli della nostra forza, ed è molto importante anche perché capiterà di perdere ancora e dovremo dimostrare di essere maturi”.

INNESTI – Lo scorso anno, la coperta era corta. La società ha poi investito sul mercato. E ora Mourinho è al riparo da infortuni e cali di forma. “A febbraio eravamo risicati, ma dopo la finestra di mercato la rosa è ben bilanciata. Abbiamo due giocatori per ruolo e un paio di calciatori in grado di coprire più posizioni. Certamente ci sono altre squadre ancora più competitive ma sono molto felice dei miei ragazzi. La squadra sta crescendo e come affrontiamo le avversità e i momenti positivi”.

GUARDIOLA – Sfida contro Guardiola, sempre speciale. “Voglio solo essere a 20 punti dopo la partita, non mi sento affatto un suo rivale. Penso che sia molto più difficile affrontarli adesso rispetto allo scorso anno quando il Liverpool era già Campione. Penso che gli mancassero stimoli, ma questa volta sarà completamente diverso perché il  campionato è assolutamente aperto e con una vittoria potrebbero tornare in corsa”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy