Mourinho: “Non posso rendere tutti felici. Winks è andato a farsi la doccia, faceva freddo…”

Il tecnico del Tottenham ai sedicesimi di finale. E non perde la solita, tagliente ironia.

di Redazione Il Posticipo

Missione compiuta per il Tottenham di Jose Mourinho. La squadra del tecnico portoghese doveva vincere per centrare il primo posto nel girone e superare l’Anversa. La squadra del North London si è imposta dopo un primo tempo così e così. I cambi del tecnico portoghese hanno immediatamente sortito gli effetti sperati. E in conferenza stampa, a modo suo, lo Special One ha minimizzato anche i possibili casi creatisi dopo la partita con i belgi. In primis quello di Winks, che ha lasciato la panchina prima che finisse il match. Le parole dello Special One sono riprese da Football London.

CAMBI – Quando la partita si era messa su binari potenzialmente complicati, il tecnico ha pescato dalla panchina. “La partita è stata a lungo molto equilibrata. Quando ho pensato ai cambi il ​​risultato era ancora sullo 0-0. Evidentemente avevamo bisogno di un po’ più di routine. E l’ingesso di alcuni giocatori ci ha aiutato ad alzare l’intensità. In ogni caso la squadra stava rispondendo molto bene anche prima delle sostituzioni. L’Anversa è sempre stata ben lontana dalla nostra porta. Hart non ha fatto una sola parata. E poi ho pensato che nel secondo tempo, se noi avessimo aggiunto qualcosa a livello di intensità loro sarebbero crollato”.

DIPLOMAZIA – Il tecnico ha poi smorzato immediatamente le polemiche legate alle reazioni di alcuni calciatori. “Non posso sperare che la squadra sia sempre felice e contenta in ogni componente”. Ogni riferimento a Dele Alli non sembra assolutamente casuale. “Un giocatore in panchina che si rende conto che tutti e cinque i sostituti sono stati utilizzati ovviamente non è un giocatore felice e non mi aspetto che sia felice. Credo che siano tutti molto felici perché arrivino i risultati ma può essere che siano scontenti perché non stanno giocando. Harry Winks che lascia il campo: e arriva la risposta alla Mou. “Sarà andato a farsi la doccia. Io dico sempre a ciascun giocatore che viene sostituito di andare subito a docciarsi quando la partita si gioca in un clima freddo. Poi ognuno è libero di prendere le proprie scelte. C’è chi ha deciso di andare. Altri invece hanno deciso di restare. Winks ha deciso di andare e ne sono felice perché sono stato io a dirgli di farlo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy