calcio

Mourinho: “Non mi presto a giochini su Kane. Non so se sia sempre felice. Di certo è professionale”

LONDON, ENGLAND - FEBRUARY 04: Jose Mourinho, Manager of Tottenham Hotspur looks on prior to the Premier League match between Tottenham Hotspur and Chelsea at Tottenham Hotspur Stadium on February 04, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Uno dei nomi più caldi è quello del centravanti del Tottenham, destinato secondo i rumors a lasciare il North London.

Redazione Il Posticipo

Il Tottenham di Mourinho torna a caccia della zona Champions in un mese che potrebbe anche portare il primo titolo in bacheca dello special One sulla panchina degli Spurs. Il tecnico portoghese, però, in questo momento ha altri pensieri. In primis, ricavare il massimo da Kane, tornato dalla nazionale come oggetto di mercato. Le parole dell'allenatore sono riportate da Football London.

MERCATO - Durante le soste il mercato è uno degli argomenti più gettonati. E uno dei nomi più caldi è proprio quello del centravanti del Tottenham, destinato secondo i rumors a lasciare il North London. Mourinho non lascia spazio alle interpretazioni. "Non mi presto a questo tipo di discorsi. Devo concentrarmi su cosa sia importante per la squadra. E in questo senso sono contento quando i miei giocatori vanno in nazionale e giocano alla grande. Sono felice per anche per l'Inghilterra ma non posso giocare a quello che dice la gente, a quello che non dice. A me interessa su cosa Kane possa fare per noi. Harry sta attraversando un buon periodo ed è atteso da un gran finale di stagione: la Carabao, una Premier League da giocare punto a punto, e la possibilità di giocare una finale con l'Inghilterra a Wembley".

FELICE - Resta da capire se il ragazzo sia felice a Londra, dove sembra destinato a segnare tantissimo vincendo pochissimo. "Non so se sia felice o se abbia sempre il sorriso sulle labbra. Però sono certo che si comporta in modo estremamente professionale. Oltre ad avere talento o meno, è molto importante che un giocatore si comporti nel modo più corretto. Sono molto, molto contento di averlo e ripeto: sono contento di vedere lui e tutti gli altri ragazzi andare in Nazionale e fare bene. È sempre meglio vederlo tornare quando ci sono risultati positivi".

CHAMPIONS - Dai gol di Kane dipende anche la qualificazione per la prossima Champions. "Non dipendiamo solo da noi stessi ma anche dai risultati delle altre. Non so se in questo momento ci qualificheremo o no fra i primi quattro posti ma l'ultima stagione è un ottima base da cui partire per prendere esempio. Eravamo lontanissimi dalla zona Europa e l'abbiamo raggiunta all'ultimo minuto dell'ultima giornata. E credo che si debba continuare in questa direzione. Non voglio essere pessimista, ma non sono in grado di anticipare gli scenari prima della fine della stagione"