Mourinho incontentabile: “Adesso ho troppi giocatori, difficile gestire…”

Il portoghese è preoccupato. L’arrivo dei due calciatori affolla ulteriormente uno spogliatoio che non sembra facilissimo da gestire.

di Redazione Il Posticipo

Mourinho a breve avrà Bale e con ogni probabilità anche Reguilon a disposizione. Qualunque allenatore farebbe salti di gioia ma il portoghese, da buon… special, è preoccupato. L’arrivo dei due calciatori affolla ulteriormente uno spogliatoio che non sembra facilissimo da gestire. Il tecnico lo ritiene strapieno e, come riportato dal Sun, non è molto contento della situazione in cui rischia di venirsi a trovare. Urge, dunque, sfoltire la rosa.

GESTIONE – Mourinho non è scontento dell’arrivo di un calciatore che ha sempre amato, anzi. Il problema risiede altrove. Troppa abbondanza. Non a caso l’allenatore degli spurs parla delle difficoltà di gestione del gruppo. “Se devo essere sincero, non mi piace il numero di giocatori che ho in questo momento nella mia rosa. In squadra ci sono troppi giocatori. E con queste condizioni  tutto diventa molto, troppo complicato da gestire. E parlo di ogni aspetto del mio lavoro. Diversi ragazzi non sono neanche partiti per la Bulgaria, ma adesso tornano in squadra. E dovrò nuovamente stabilire un sistema di gioco, il piano tattico e quali giocatori inizieranno dal primo minuto e chi invece resterà fuori, tenendo però sempre d’occhio l’equilibrio della rosa”.

REGOLE – Qualcuno potrebbe obiettare che l’allenatore è pagato anche per scegliere. Mou però non può farlo come vorrebbe. Non si fa mancare una stoccata anche alle decisioni prese in Inghilterra. “Siamo l’unico paese ad avere la possibilità di portare solo sette giocatori in panchina. Credo sia una delle tante brillanti decisioni, ma vorrei anche capire il perché. Per noi allenatori è un grosso limite perché vorremmo avere più opzioni possibili in panchina- Ciò ci permetterebbe di far riposare i giocatori, ruotandoli per far fronte alle croniche difficoltà dei club inglesi. Del resto da chi prende la decisione di far giocare le partite domenica, martedì e giovedì per due settimane, è lecito attendersi di tutto”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy