Mourinho il pragmatico: “Non si può sempre pretendere spettacolo. Contano i punti”

Il Tottenham vince una partita importantissima allo scadere. E Mou se la gode

di Redazione Il Posticipo

Un gol a 120 secondi dalla fine permette a Mourinho di strappare tre punti preziosissimi in casa del WBA. Una vittoria che vale moltissimo, al di là della classifica. Il Tottenham non fa scappare la concorrenza e si iscrive di diritto nella corsa alla Premier. Le parole del tecnico sono riprese da Sky Sports.

VITTORIA – Tre punti importanti, considerando gli scontri diretti. Mourinho, però, non sembra interessato al destino altrui. “Se il Liverpool e il Leicester vincono non è  un problema per me. L’unica cosa importante era ottenere i tre punti. Con questa, sono tre vittorie di fila per la prima volta in questa stagione e 12 punti su 12 in trasferta. In questo modo abbiamo compensato i punti persi in casa. Resta una vittoria importante, perché ottenuta al termine di una sfida complicata. Non si può sempre concedere spettacolo. Queste vittorie ci dicono che non è sempre possibile giocare un gran calcio e segnare quattro gol a partita, ma è fondamentale mantenere la porta inviolata. Se vogliamo una buona posizione in classifica e vincere dei titoli, serve anche vincere partite come questa. “.

SOSTA – Il modo migliore per arrivare alla sosta. ” Se il Liverpool vince significa che il Manchester City perde punti, se vince Leicester significa che i lupi hanno perso punti. A me va bene qualunque risultato. Adesso siamo in testa, ma quando torneremo a casa potremmo ritrovarci terzi, quindi non ha senso parlare di primato e lasciarsi trasportare dall’entusiasmo. Adesso mi riposerò un po’, mentre i miei ragazzi andranno in nazionale. Un giorno l’allenerò anche io e vorrò vincere quindi non mi lamento delle convocazioni”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy