Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mourinho furioso: “Sono stato scortese, ma con un idiota”

La sconfitta con il Southampton non è andata evidentemente giù a Mourinho che spiega a modo suo cosa sia successo in occasione dell'ammonizione rimediata per proteste...

Redazione Il Posticipo

Il 2020 inizia come peggio non potrebbe per Mourinho. Il Southampton supera il Tottenham. Il tecnico si fa anche ammonire. Ed è in attesa di capire per quanto tempo dovrà fare a meno di Harry Kane. Una giornata da dimenticare per lo Special One che in conferenza stampa, come riportato da Football London, non le manda a dire...

PROTESTE - Lo special One non ha digerito la direzione arbitrale. E non solo per quanto riguarda il fuorigioco su Kane. Il portoghese non ha apprezzato neanche l'atteggiamento degli avversari. E ha poi fornito la sua versione dei fatti sull'ammonizione. "La partita non è stata facile: i ballboys erano molto ben allenati nel perdere tempo. E dopo l'infortunio di Kane abbiamo giocato gli ultimi 15 minuti senza un attaccante riconosciuto e questo ha reso tutto ancora più difficile".

AMMONIZIONE - Quindi si sofferma sulla sua ammonizione. "Penso che il cartellino giallo fosse giusto dato che sono stato piuttosto scortese. Scortese con un idiota. Mi sono meritato l'ammonizione. Secondo la mia opinione,  in questo momento, gli arbitri non sono gli arbitri.  La direzione in cui si sta andando è davvero sbagliata e penso che il primo passo dovrebbe essere quello di cambiare il nome da VAR a VR. Il VAR dovrebbe essere chiamato arbitro video. Non so se il nostro gol fosse regolare, confesso di non averlo ancora visto. Quello che so è che il fallo su Delle Alli era da fischiare"

KANE - A preoccupare i tifosi, tuttavia, c'è anche e sopratutto la condizione di Kane. Il centravanti è uscito per in problema muscolare, ma si teme anche per il ginocchio. "Non saprei, ma non  è mai una buona notizia quando c'è di mezzo un ginocchio. Può essere qualcosa di più o meno serio, ma non posso ancora essere in grado di dirlo". Laconico, invece, il commento sullo stop di Ndombele. "È sempre infortunato. Una volta gioca, l'altra non gioca una partita: è sempre la stessa cosa dall'inizio della stagione".