Mourinho, che attacco dal Brasile: “È al Tottenham solo per il suo nome, io mi tengo Jorge Jesus tutta la vita”

Il passaggio oltreoceano ha regalato a Jorge Jesus parecchie soddisfazioni e il paragone con il connazionale Mourinho viene quasi naturale. I risultati ottenuti col Flamengo, rispetto alle ultime stagioni dello Special One, offrono però una chiave di lettura inattesa nel confronto tra i due…

di Redazione Il Posticipo

Il passaggio oltreoceano ha regalato a Jorge Jesus parecchie soddisfazioni. Il tecnico portoghese, da quando si è preso la panchina del Flamengo, ha vinto un campionato brasiliano e una Copa Libertadores, recuperando nel frattempo calciatori come Gabigol o Gerson, che in Italia avevano deluso. Normale dunque che, al momento di firmare il rinnovo con il club rossonero, l’ex allenatore del Benfica possa anche pensare a tornare in Europa. Del resto, le offerte potrebbero non mancargli. Anche perchè, chiosano in Brasile, il tecnico non ha assolutamente nulla in meno rispetto a un certo connazionale ben più famoso e, perchè no, considerato…

JESUS – “Se avesse una possibilità di trovare un grande squadra in Europa, Jorge Jesus farebbe grandi cose. È un ottimo allenatore, credo che sia molto meglio di quelli che allenano grandi squadre. Al giorno d’oggi chi è meglio, lui o Mourinho? Chi vorremmo nella nostra squadra?”. Questo si è chiesto Mauro Cezar Pereira, giornalista di ESPN Brasil, riguardo la possibilità che il portoghese venga attratto da qualche big del Vecchio Continente. E il paragone con Mou, attualmente alla guida del Tottenham, viene quasi naturale. I risultati ottenuti col Flamengo, rispetto alle ultime stagioni dello Special One, offrono una chiave di lettura inattesa.

NOME “Non ho dubbi, preferisco Jorge Jesus tutta la vita”, spiega il giornalista. “Mourinho ha avuto grandi momenti ed è diventato un grande nome in Europa ed è lì che deve stare. Mourinho è al Tottenham solo per il suo nome, solo per quello. La scorsa settimana ha giocato una partita contro il Manchester United in casa e non ha fatto altro che difendersi per cercare di tenersi l’1-0. E alla fine gli hanno pareggiato il match perchè hanno fatto un fallo da rigore a pochi minuti dal termine”. Insomma, in Brasile il “marchio” Mourinho non ha decisamente lo stesso appeal che ha in Europa. Ed è facile prevedere, conoscendo lo Special One, che l’antipatia nei confronti del Flamengo…sia ricambiata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy