Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mourinho e quelle telefonate con Maradona: “C’era Maradona ma c’era anche Diego. E Diego mi manca tantissimo”

Mourinho e quelle telefonate con Maradona: “C’era Maradona ma c’era anche Diego. E Diego mi manca tantissimo” - immagine 1
Stupisce chi si stupisce del legame fra Mou e Maradona. I due si stimavano moltissimo.

Redazione Il Posticipo

Mourinho e Maradona. Un rapporto molto  forte quello del tecnico portoghese e il Pibe de Oro. Il tecnico della Roma, quando è tornato a Napoli per la prima volta nella sua seconda esperienza italiana,  ha omaggiato la memoria del calciatore che ha scritto pagine indimenticabili nella città partenopea. Stupisce chi si stupisce. Lo Special One è stato fra i primi a ricordare, con parole  rotte dall'emozione e cariche di sentimento,  Maradona dopo il 25 novembre del 2020 quando il d10s ha lasciato questo mondo consegnandosi al mito. E le parole riportare allora dalla BT Sports svelano un lato assolutamente inedito sia di Diego che del tecnico portoghese, uniti da una sincera amicizia cementata attraverso diverse telefonate.

Mourinho e quelle telefonate con Maradona: “C’era Maradona ma c’era anche Diego. E Diego mi manca tantissimo”- immagine 2

UOMO

—  

Mourinho sottolinea l'unicità del rapporto con il Diego uomo prima ancora che con il Maradona mito del calcio. "C'era Diego e c'era Maradona. Non c'è molto da aggiungere sulle sue qualità dal punto di vista calcistico. Il giocatore lo conosciamo tutti, ha incantato il mondo. Nessuno lo dimenticherà mai. Però io ricordo anche  l'uomo Diego, qualcosa di molto diverso. Chi gli è stato vicino, chi ha condiviso lo spogliatoio con lui, tutti i suoi amici sono stati dei privilegiati. Potremo ammirare le sue giocate per sempre, sono sempre lì a disposizione a di tutti, ma questo non ci restituirà Diego".

TELEFONATE

—  

Lo Special One ha poi aggiunto alcuni particolari del loro rapporto. Specialmente alcune telefonate. Mai casuali, sempre al momento giusto. Diego sapeva quando chiamare e come rendere felice Mou: "Diego era un grande amico. Aveva un grandissimo cuore e tanta sensibilità specialmente nei momenti complicati e quando avevo il morale sotto terra. Mi mancherà tantissimo e mi mancheranno soprattutto le sue telefonate. Mi chiamava sempre dopo le sconfitte, mai dopo le vittorie. E apprezzavo moltissimo perché è nei momenti difficili che si percepisce il valore di chi hai accanto. E in quelle occasioni Diego si faceva sempre trovare. Ricordo che mi diceva sempre "Mou, non dimenticarti che sei il migliore". Mi manca davvero tantissimo".