Mourinho, avviso ai naviganti: “Noi siamo stati seri. Mi aspetto di giocare contro l’Aston Villa nessuno ci ha detto nulla…”

Lo Special one non vuole sorprese. E pensa già alla prossima partita.

di Redazione Il Posticipo

Il Tottenham compie il suo dovere. Vince la sfida con il Marine, squadra di ottava divisione. Il fascino della FA Cup regala la sfida della vita ai padroni di casa, ma gli spurs interpretano la partita proprio come desiderava lo Special One che è già concentrato sulla sfida con l’Aston Villa. Le sue parole sono riprese da Football London.

SERI – Il tecnico portoghese ha apprezzato la serierà messa in campo dalla squadra nonostante fosse poco più che un allenamento. “Sono molto contento di come la squadra ha approcciato alla partita. Abbiamo iniziato seriamente e chiuso altrettanto seriamente. Avevo chiesto di chiudere la partita il prima possibile e lo abbiamo fatto. Il secondo tempo è trascorso in pieno controllo del risultato, delle energie e della prevenzione di potenziali infortuni”. Squadra pronta per la sfida all’Aston Villa. Ammesso che si giochi. Mou è ancora più serio. “Nessuno mi ha detto che non si giocherà, quindi iniziamo a prepararci per quella partita, e proseguiremo a farlo a meno che qualcuno non ci dica diversamente”.

GESTIONE – Lo special One è contento anche dell’interpretazione del match da parte di chi, solitamente, lo fa arrabbiare. Ogni riferimento a Dele Alli non è casuale. “Mi è piaciuto molto il suo atteggiamento in campo, è stato molto molto professionale. Ovviamente si è mosso con maggiore attenzione rispetto agli altri, perché aveva un po’ di paura di infortunarsi nei contrasti. Abbiamo giocato tutta la partita come se dovessimo vincerla a tutti i costi, in modo da non farci sorprendere da cali di concentrazione. Essere sul quattro o sul sei a zero non fa differenza, l’importante è avere sempre il gioco sotto controllo. Abbiamo concesso loro una traversa, ma solo da un tiro dalla distanza, in generale i nostri avversari non si sono mai resi realmente pericolosi. Anche se devo ammettere che se fossero passati in vantaggio avremmo vissuto un qualcosa di più emozionante, ma va bene così.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy