Mou-Tottenham, inizio di fuoco… tra passato e futuro! In un mese sfida United, Chelsea e Bayern

Lo Special One torna in Premier League e lo fa dalla porta principale: il portoghese è il nuovo manager degli Spurs. Mourinho si è detto “emozionato da questa sfida” ma lo attende un inizio di fuoco tra ciò che è stato nella sua carriera e ciò che non è stato…

di Redazione Il Posticipo

José Mourinho è il nuovo manager del Tottenham: il portoghese torna in Premier League quasi un anno dopo l’esonero al Manchester United che lo ha visto uscire di scena dal grande calcio fino ad oggi. Lo Special One ha firmato un contratto fino al 2022-23 col club finalista dell’ultima Champions League che però ha cominciato la stagione col piede sbagliato agli ordini di Mauricio Pochettino. Gli Spurs non vincono in Premier dal 28 settembre quando hanno sconfitto il Southampton in casa (2-1): da allora sono arrivati tre pareggi (Sheffield United, Everton e Watford) e due sconfitte (Liverpool e Brighton). La squadra è precipitata al 14° posto in classifica a solamente 6 lunghezze di vantaggio dalla zona retrocessione. Il Tottenham ha raddrizzato la situazione in Champions dove ha stravinto contro la Stella Rossa (4-0 a Belgrado, 5-0 a Londra) dopo l’umiliante sconfitta incassata in casa contro il Bayern Monaco (7-2). La stagione degli Spurs non è compromessa, ma sarà un dicembre di fuoco… anche per Mou!

UNITED E CHELSEA – Più si avvicina il Natale e più sono tutti più buoni, ma lo Special One difficilmente vorrà esserlo quando sfiderà il suo passato. Dopo le gare contro West Ham e Bournemouth, gli Spurs faranno visita al Manchester United: il 4 dicembre all’Old Trafford Mourinho sfiderà Solskjaer e proverà a prendersi la rivincita che aspetta da quasi un anno quando il norvegese lo ha sostituito sulla panchina dei Red Devils. Dopo lo scontro tra i due giganti, il Tottenham affronterà Burnley e Wolverhampton prima di un’altra gara decisamente carica dal punto di vista emotivo per lo Special One: il 22 dicembre, a tre giorni dal Natale, c’è Tottenham-Chelsea, Mou affronterà il club del suo passato oggi nelle mani di Frank Lampard. A fine dicembre gli Spurs sfideranno Brighton e Norwich.

BAYERN – Non solo Premier, novembre e dicembre saranno mesi caldi per Mou anche sul fronte Champions League: alla penultima giornata gli Spurs hanno due risultati su tre contro l’Olympiakos per chiudere il discorso qualificazione. La gara in programma l’11 dicembre tra Bayern Monaco e Tottenham all’Allianz Arena non cambierà le cose (i tedeschi hanno in mano il primo posto), ma significherà molto per lo Special One accostato ai campioni di Germania dopo l’esonero di Niko Kovac. Bastian Schweinsteiger ha rivelato l’apprezzamento del portoghese nei confronti del Bayern, che ha preferito confermare l’ex vice Hans-Dieter Flick fino a Natale anziché puntare su Mou. All’Allianz Arena il portoghese darà tutto per dimostrare che chi non ha creduto abbastanza in lui si è sbagliato?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy