Mou e Pogba, è vera pace o…questione di soldi?

Alla fine, mercato spagnolo permettendo, pare proprio che il neo-campione del mondo e lo Special One siano destinati a convivere per almeno un’altra stagione. Ma si tratta di vera pace o di tregua armata?

di Redazione Il Posticipo

La quiete dopo la tempesta. Anzi, di più. I sorrisi, di Pogba e di Mourinho, che in conferenza stampa si dice felicissimo di avere a disposizione il suo centrocampista. Il tutto dopo che durante l’estate i due non si sono risparmiati frecciate e attacchi più o meno diretti, con l’ultimatum del portoghese al francese: se vuoi andartene, non hai che da dirlo. Alla fine però, mercato spagnolo permettendo, pare proprio che il neo-campione del mondo e lo Special One siano destinati a convivere (più o meno agevolmente, si vedrà) per almeno un’altra stagione. Ma si tratta di vera pace o di tregua armata?

VALORE AGGIUNTO PER LO UNITED… – A giudicare dalle dichiarazioni (molto concilianti, conoscendo Mou forse…anche troppo), pare proprio che il peggio sia passato. Anche perchè c’è da dire che una relazione stabile e serena conviene a entrambe le parti in causa. Al portoghese e allo United in primis, dato che un addio di Pogba sarebbe impossibile da sanare, visto che il mercato inglese si è chiuso già più di una settimana fa. Ritrovarsi di colpo senza uno dei migliori centrocampisti del mondo, nonchè capitano, come confermato dallo stesso tecnico, senza poterlo sostituire equivarrebbe a una follia, sia dal punto di vista tecnico che da quello tattico. Ma i Red Devils non sono gli unici a…guadagnarci da una permanenza del francese.

…E PER IL PORTAFOGLI – Anzi, il conto in banca del pupillo di Raiola pare destinato ad aumentare sensibilmente, almeno da quel che sostiene il Sun. Il tabloid britannico riporta infatti che terminando la sua terza stagione a Old Trafford, Pogba farebbe scattare la clausola fedeltà del suo contratto, intascando così quasi tre milioni e mezzo di sterline per la sua…dedizione alla causa. Non una cifra enorme, considerando il contratto del francese e anche le possibilità economiche del Barcellona, somma pretendente al suo cartellino, ma certamente un bonus che non può che far piacere. Un buon motivo per rimanere? Chissà. Intanto, il parterre dei grandi ex dello United è diviso sul futuro del francese. Ince consiglia a Mou di liberarsene, mentre Scholes è disperato all’idea di un possibile addio del transalpino. Come finirà? C’è da aspettare il 31 agosto, quando anche in Spagna si chiuderà il mercato. Solo allora si capirà di che pasta è fatta la pace di Manchester.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy