calcio

Mou e la grande fuga…nel cesto dei panni sporchi: “Ho rischiato di morire! Dico sul serio!”

Non potrà parlare di Manchester United per evitare problemi con gli avvocati dei Red Devils, ma è veramente impossibile negare che Josè Mourinho ne abbia parecchie da raccontare. E il portoghese conferma anche qualche leggenda che lo riguarda,...

Redazione Il Posticipo

Non potrà parlare di Manchester United per evitare problemi con gli avvocati dei Red Devils, ma è veramente impossibile negare che Josè Mourinho, nuovo opinionista di BeIN Sports, ne abbia parecchie da raccontare. E lo Special One non si nasconde, anzi, si diverte a sciorinare aneddoti che riguardano la sua lunga e vincente carriera. E conferma anche qualche leggenda che lo riguarda, seppure con parecchi anni di ritardo. Come riporta il Daily Mail, il portoghese ha spiegato che ai tempi del Chelsea si è davvero nascosto nel cesto dei panni sporchi per evitare di essere scoperto dai delegati UEFA. E che per poco...la storia non finisce male.

SQUALIFICATO - L'antefatto è noto. Mourinho perde le staffe dopo la vittoria in Champions League contro il Barcellona nel 2005 e viene squalificato per due partite, quelle contro il Bayern Monaco. Ma questo non gli impedisce di cercare di intrufolarsi a Stamford Bridge prima del match con i tedeschi. Come? In una maniera che renderebbe orgoglioso James Bond. "È tutto vero. La cosa fondamentale da capire è che si trattava di Chelsea-Bayern, una partita troppo importante di Champions. Dovevo essere con i miei ragazzi. E ce l'ho fatta. Vi spiego com'è andata. Sono andato negli spogliatoi a mezzogiorno e la partita era alle sette. Ma volevo solo essere lì quando i calciatori sarebbero entrati negli spogliatoi...".

RISCHIO - Fin qui, tutto molto semplice, seppure contro le regole. Ma il problema è un altro. Uscire dagli spogliatoi senza farsi beccare dai delegati della UEFA. E la soluzione è...abbastanza ardita. "Stewart, il magazziniere del Chelsea, mi ficca nella cesta dei panni sporchi. Quella grande, di metallo. Mi butta lì dentro e lascia il coperchio un po' aperto, in modo che io possa respirare almeno un po'. Ma quando esce dallo spogliatoio, fuori dallo stadio, ci sono i tizi della UEFA che mi cercano. E quindi Stewart ha chiuso la cesta. Non riuscivo più a respirare. E quando l'ha riaperta, stavo morendo. Dico sul serio! Ho rischiato di morire, giuro!". Ne è valsa la pena? Sì...e no. Il Chelsea vince quella partita 4-2 e passerà il turno, ma perderà in semifinale contro il Liverpool. Abbastanza per...rischiare la vita? Per Mou, forse sì!