calcio

Morata: “Il peggior avversario? Chiellini”

Morata: “Il peggior avversario? Chiellini” - immagine 1
Andando via da Torino potrebbe trovarsi di fronte perché il suo peggior avversario... che allo status quo gioca con lui.

Redazione Il Posticipo

L'Atletico se l'è ripreso e non l’ha tenuto, il Real idem. Il Chelsea l'ha preso e l'ha rivenduto. E, tornato nuovamente a Madrid dopo che la Juve sembrava aver smesso di credere in lui, rischia di lasciare nuovamente i colchoneros. In igni caso, si è liberato del suo peggior avversario. Lo spagnolo, qualche tempo fa, in una intervista concessa  ad As si è raccontato e ha indicato in Chiellini il suo "incubo".

IDOLI E SPAURACCHI

Difficile pensare che per un attaccante della sua generazione, gli idoli non fossero quelli di ogni centravanti spagnolo che si rispetti: “Raul Gonzalez Blanco, Fernando Torres e David Villa”. Tra l’altro, sono tre giocatori che hanno fatto la storia dei due club di Madrid per cui ha giocato anche lui. Ma non solo per questo: questi tre erano le sue fonti di ispirazione, quelli che seguiva in TV quando giocava la nazionale per studiarne i segreti. Anche per destreggiarsi con l’avversario più temuto. Il buon Giorgione Chiellini.

Morata: “Il peggior avversario? Chiellini”- immagine 2

E SE...?

Morata si consoli, è in ottima compagnia. Re Giorgio è  il terrore di tanti altri attaccanti: il capitano della nazionale azzurra. "È uno dei migliori difensori al mondo e, dato che siamo in confidenza, mi racconta cose della vita sul campo. Credo lo faccia apposta. Mi confonde". Per riuscire a sfuggire a King Kong, però, Morata ha dei segreti da... rubacchiare qua e là che evidentemente hanno funzionato, considerando che ha trovato la via del gol spaventando e non poco il suo capitano e tutta la nazionale italiana nelle semifinali dell'ultimo Europeo.  Il problema si è poi risolto da solo: il capitano azzurro ce l'ha avuto alle spalle e ha potuto cercare il gol senza essere disturbato. E anche se non dovesse tornare alla Juve non c'è il rischio di incrociarlo. A meno che non decida di andare in MLS.