Morata si è tolto un peso: “Gol importante, ma ancora di più aver vinto”

Morata si è tolto un peso: “Gol importante, ma ancora di più aver vinto”

Morata, un gol atteso due anni in Champions. L’attaccante scioglie la tensione in un lungo abbraccio con Simeone, ma ribadisce che sia più importante la squadra dei traguardi individuali.

di Redazione Il Posticipo

Una spina nel fianco tenuta per due anni. Era dal 2017 che Alvaro Morata non trovava la via del gol in Champions e ci riesce nel momento giusto, togliendo le castagne dal fuoco a un Atletico Madrid un po’ balbettante che ha faticato e non poco a trovare una soluzione negli ultimi sedici metri. L’ex bianconero, autore dell’unica rete che ha deciso l’incontro, ha espresso la propria soddisfazione a fine partita. Dichiarazioni rilasciate a Movistar e riprese da AS.

VINCERE – Morata è soddisfatto per la rete, ma ancora di più per il risultato. “Un gol importante, ma perché abbiamo vinto. Siamo molto felici, nel calcio non importa altro, è fondamentale il risultato. Anche qualche giorno fa avremmo meritato la vittoria e abbiamo pareggiato. Il calcio è strano. Ci sono momenti in cui soffri come un cane e non segni. E altri in cui basta toccare il primo pallone per segnare“.

RABBIA – L’Atletico, reduce da tre partite senza vincere, ha festeggiato al fischio finale quasi con rabbia. Evidentemente la squadra ha scaricato la frustrazione accumulata nelle ultime settimane. Morata conferma l’ “elettricità” che ha accompagnato la squadra. “Sappiamo cosa dobbiamo fare, non esiste una stagione perfetta per nessuna squadra e dobbiamo superare i momenti di difficoltà. Speriamo che tutti i problemi siano finiti con questi tre punti preziosissimi per la classifica del girone“.

PESO – Al netto dell’astinenza Morata appare sereno. “Personalmente non mi sono levato alcun peso. Il mio obiettivo è segnare più gol possibili in tutte le competizioni“. Anche in Liga, dunque. L’abbraccio con Simeone è stato “carico”. Si è sciolta un po’ di tensione: “Avrei preferito andare in rete anche nell’ultima partita di campionato. Adesso dobbiamo tornare a concentrarci sul campionato. Come ha detto l’allenatore, si tratta di lavorare, di stare tutti insieme per raggiungere gli obiettivi. Il calcio è uno sport di squadra“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy