Morata non rende come dovrebbe? Arrivano consigli: “Sarri deve prenderlo a calci”

Nonostante tre gol nelle ultime settimane, lo spagnolo continua con un rendimento altalenante. Cosa gli manca? Cattiveria. E l’ex calciatore del Chelsea Nevin ha la ricetta giusta da suggerire a Sarri…

di Redazione Il Posticipo

Quella di Alvaro Morata con il Chelsea è una storia strana. L’attaccante spagnolo non è mai entrato del tutto in sintonia, nè con il club nè con i tifosi. E nonostante tre reti nelle ultime settimane, conti alla mano, non ha rispettato il cartellino con il prezzo di settanta milioni, quello che i Blues gli hanno appiccicato quando lo hanno acquistato dal Real. Non che all’ex juventino manchino le qualità, ma molti non riconoscono a Morata la cattiveria agonistica. E senza di quella, in Premier League non si va lontano. Di conseguenza, come riporta il Daily Express, Pat Nevin, leggenda del Chelsea, ha detto la sua a LoveSport Radio. E ha suggerito a Sarri un approccio perlomeno…particolare.

FISICITÁ – Ma dove sta il problema di Morata? Nella necessità di dover resistere agli attacchi fisici. “Morata è un ottimo centravanti con una grande tecnica, ma questo non lo rende un grande bomber in senso stretto. Per quello ci vogliono tante altre cose. Servono i gol, ma serve anche la voglia di combattere su ogni pallone. E devi essere forte fisicamente. Morata spesso viene colpito un po’ troppe volte e quando succede non è in grado di tenere il pallone come dovrebbe. Ma contro il Burnley qualcosa sembra finalmente essere cambiato. C’è stato un contrasto, un avversario lo ha puntato appositamente e gli è andato addosso, mentre i tifosi avversari lo fischiavano. Lì è scattato qualcosa”.

CALCI – Cosa è scattato? Semplice. Rabbia. Un propellente molto forte.E in effetti il Morata delle ultime partite sembra parecchio più convinto dei suoi mezzi. Del resto, considerando che tre dei suoi quattro gol stagionali sono arrivati nelle ultime settimane, qualcosa sembra effettivamente essere cambiato. E se è la rabbia quella che serve a Morata, Nevin ha il consiglio giusto per Sarri. “Se prendere botte gli fa così bene, forse prima delle partite Sarri dovrebbe prenderlo continuamente a calci sugli stinchi. Magari funziona!”. Un’idea che certamente non farà piacere allo spagnolo, ma che potrebbe divertire il tecnico. Che se come ha detto più volte è pronto a veder piangere il suo attaccante purchè segni, forse è anche disposto a usare…un po’ le maniere forti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy