Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Morata, il derby del Bernabeu va storto tra fiaschi… e fischi: “Sei sempre stato una riserva! Marcisci al Wanda, ratto!”

(Photo by Angel Martinez/Getty Images)

Il Santiago Bernabeu ha riservato una pessima accoglienza all'ex Alvaro Morata: l'attaccante spagnolo è stato preso dai mira dai tifosi del Real Madrid ed è uscito a testa bassa dal campo qualche minuto prima che gli avversari trovassero il gol...

Redazione Il Posticipo

Un brutto derby a Madrid, una pessima accoglienza. Il Real ha battuto l'Atletico al Santiago Bernabeu: agli uomini di Zinedine Zidane è bastato un gol di Karim Benzema per spuntarla, mantenere il primo posto nella classifica della Liga (+3 sul Barcellona) e allungare sui cugini. Il derby è andato storto alla squadra del Cholo Simeone scivolata al sesto posto e fuori dalla zona Champions League al momento. Anche Alvaro Morata ha vissuto una giornataccia.

CORI CONTRO - Il grande ex Morata è tornato al Bernabeu con la maglia dell'Atletico sulle spalle e ha ricevuto una pessima accoglienza. Nel corso della partita l'attaccante è stato beccato dai tifosi avversari con alcuni cori piuttosto offensivi: "Ay Morata, ay Morata, lo non hai mai voluto vedere, sei sempre stato una riserva, marcisci al Wanda". Lo spagnolo è stato chiamato anche "ratto" dai tifosi del Real. Un traditore, come avviene dall'altro lato per Courtois, ex Atletico passato ai Blancos. Insomma, davvero l'accoglienza peggiore possibile.

"ME NE FREGO"  - Le telecamere di "El Día Después" di Movistar hanno seguito passo passo le reazioni di Morata dopo aver ascoltato i cori e non lo hanno perso di vista nemmeno quando Simeone lo richiamato in panchina al 50' per mandare in campo Thomas Lemar al suo posto. L'attaccante ci è rimasto male per il cambio, qualche minuto dopo il Real ha sbloccato le marcature col gol-partita di Benzema (56'). Lo spagnolo si è seduto in panchina al fianco dello staff dell'Atletico e ha detto "me ne frego" ascoltando quei cori. In quel momento il Mono Burgos gli ha dato una bella pacca sulla schiena per consolarlo. Nella sua carriera da calciatore Morata ha vissuto momenti migliori.