Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Morata, che stagione con Pirlo: quando nel 2014/2015 giocavano insieme…

BERLIN, GERMANY - JUNE 06:  Lionel Messi of Barcelona is closed down by Alvaro Morata and Andrea Pirlo of Juventus during the UEFA Champions League Final between Juventus and FC Barcelona at Olympiastadion on June 6, 2015 in Berlin, Germany.  (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

L'attaccante torna in bianconero dove ha vissuto una delle migliori stagioni della carriera, al fianco... del suo nuovo allenatore.

Redazione Il Posticipo

Morata torna a Torino dove ha giocato una delle sue migliori stagioni della carriera. Era il 2014/2015 e lo spagnolo è protagonista assoluto della Juventus al fianco di colui che sarà... il suo nuovo allenatore. In quella stagione i due hanno sfiorato il triplete.

MORATA - L'attaccante spagnolo, nel 2014/2015, la prima di Allegri sulla panchina bianconera, è stato uno dei punti fermi dello scacchiere bianconero. In totale 46 presenze, 15 reti e sette assist, ben distribuiti ma con grande incidenza in Champions League. Nell'Europa che conta Morata totalizzò 12 presenze cinque reti e due assist. Anche in campionato, però, lo spagnolo ha spesso lasciato il segno: 29 presenze otto reti e cinque assist. Decisivo anche in Coppa Italia con due gol in quattro partite.

PIRLO -  Il Maestro, che allora teneva lezioni in mezzo al campo e non in panchina, ha giocato un po' meno in quel 2014/2015 ma è stato assolutamente incisivo. Quattro gol e cinque assist in 20 presenze in campionato, e quasi tutti decisivi. Dieci, invece, i gettoni accumulati in Champions con una rete fondamentale che apre le marcature contro l'Olympiakos nel 3-2 decisivo per il passaggio del turno. In quella stagione gioca la sua ultima partita con la Juventus e in Europa, perdendo la finale di Berlino nello "spareggio triplete" con il Barcellona.

INSIEME - Insieme i due hanno giocato insieme in venticinque occasioni, e quasi sempre la Juventus ha vinto. Insieme hanno giocato 25 partite totalizzando uno score di rutto rispetto. 17 vittorie cinque pareggi e appena tre sconfitte. Una nel derby contro il Torino. L'altra nel girone di Champions contro l'Olympiakos. L'ultima invece è la più dolorosa. La finale di Berlino in cui l'attaccante trova il gol che riequilibra momentaneamente il match prima delle reti di Suarez e Messi che consegneranno la Champions al Barcellona. Sarà anche l'ultima di Pirlo in bianconero.