Monza, Del Piero: “Ho visto Hamilton, era sereno e felice di essere qui”

Monza, Del Piero: “Ho visto Hamilton, era sereno e felice di essere qui”

Alessandro Del Piero presente sul circuito di Monza. L’ex bianconero ha incontrato Hamilton e hanno scambiato due chiacchiere…

di Redazione Il Posticipo

Alessandro Del Piero presente sul circuito di  Monza e assiste all’ingresso dei piloti in griglia partendo dai box. Una emozione per pochi, ma non per tutti. E Del Piero, del resto, non è uno qualsiasi. Ha avuto il privilegio di incontrare i piloti e in particolare Hamilton.

STUPITO – L’ex calciatore della Juventus e della nazionale è rimasto molto colpito dalle monoposto e dall’entusiasmo dei tifosi. E ha parlato così ai microfoni di Sky: “Siamo vicini alla potenza pura, alla precisione, la macchina di F1 è qualcosa di incredibile. Devo dire che l’entusiasmo non manca. La passione si fa sentire. Monza per l’Italia e la Ferrari è qualcosa di unico e di eccezionale. Stare in mezzo alla griglia è emozionante, impressiona davvero tanto vedere  in che condizioni siano “costretti” i piloti. La monoposto è davvero piccola da guidare. Non so quanti muscoli riescano a muovere. Io morirei di claustrofobia. Guidano in condizioni proibitive. Sono davvero dei fenomeni”.

ALLENATO  – Alex corre via dalla pit lane: “Sono ancora allenato. Ma anche emozionato.  Dalla TV puoi solo leggere alcune cifre a quanto vanno, quando frenano, ma dal vivo è totalmente diverso. Mi piacerebbe molto sapere cosa gli passa per la testa la mattina, cosa si prova prima del via, quali sono le loro preoccupazioni, cosa pensano a sistemare della monoposto. Credo sia qualcosa di simile all’allenamento. Ci sono giorni in cui cerchi risveglio fisico o mentale, qui invece servono entrambe”.

HAMILTON – Alessandro Del Piero si è soffermato, a poche ore dal via, in compagnia di Hamilton. I due si sono incontrati e stretti la mano. E Del Piero svela cosa prova il Campione del Mondo in carica. “L ho visto molto sereno, sa di essere in un posto speciale che non è il suo, ma l’ambiente che circonda Monza lo affascina. Era molto felice di essere qui, sebbene consapevole di essere lo sfidante per eccellenza”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy