Montalto, Jingle Bells rock’n’gol: altro che notte di serie B

Adriano Montalto scrive la favola di Natale del turno di Serie B. Un poker servito alla Pro Vercelli in meno di 50′ salva la panchina di Pochesci.

di Redazione Il Posticipo

Il turno infrasettimanale di Serie B regala una serata pirotecnica. Il protagonista principale di questa serata è il gol. E l’oscar al miglior attore protagonista è di Adriano Montalto da Erice. Un calciatore che racconta la favola di Natale di questa Serie B fra top&flop.

Quattordici reti in due partite

Frosinone che vince con qualche affanno di troppo 4-3 con l’Entella. Decisivo, Iacobucci portiere dei liguri che riesce a farsi sorprendere da un sinistro privo di pretese di Ciano. Una papera clamorosa che restituisce il sorriso ai ciociari, che, complici i risultati maturati sugli altri campi, si ritrovano  al secondo posto in classifica e rimangono l’unica squadra imbattuta in casa. Identico risultato anche in Umbria, dove la Ternana supera la Pro Vercelli. Pochesci salva la panchina e trova un bomber sotto l’albero.

La notte di Montalto

Una serata indimenticabile, a Terni, per Adriano Montalto che cala un poker, servito in meno di 50′ di gioco, alla Pro Vercelli e allontana la Ternana dalle sabbie mobili. Una vittoria che mancava da dieci partite. E pensare che si era messa malissimo. La squadra di Pochesci era andata sotto. Poi Montalto, mai così prolifico in carriera, si regala una favola di Natale. Segna in tutti i modi possibili e allontana l’incubo della zona retrocessione.

Poker servito

Non era mai successo che un giocatore della Ternana segnasse 4 gol nella stessa partita. Una vita spesa in Lega Pro, quella di Montalto: Siracusa, Ascoli, Latina Grosseto, Martina Franca, Trapani e Juve Stabia. Un giramondo del pallone che sta vivendo una seconda giovinezza. E penare che ha dovuto convincere la Ternana. Svincolato dai campani. questo classe ’88 di Erice è stato in prova lungo prima i firmare il contratto. Una scelta, a conti fatti, quanto mai azzeccata dagli umbri: 11 gol in 17 partite. Non male per uno che sino alla scorsa estate era rimasto senza squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy