Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mono Burgos aspetta la Dea: “Quando c’è stato il sorteggio ho detto al Cholo che ci toccherà l’Atalanta perchè…”

Dirsi addio non è mai facile, soprattutto dopo quasi dieci anni d'amore. Senza contare che Mono Burgos non è stato solo il secondo di Simeone all'Atletico Madrid, ma anche uno dei simboli della squadra colchonera. Ma l'argentino vuole lasciare...

Redazione Il Posticipo

Dirsi addio non è mai facile, soprattutto dopo quasi dieci anni d'amore. Senza contare che Mono Burgos non è stato solo il secondo di Simeone all'Atletico Madrid, ma anche uno dei simboli della squadra colchonera nel momento più complicato. Quando i biancorossi sono precipitati in Segunda Division a fine secolo scorso, l'argentino li ha guidati...fuori dai bassifondi, come conferma la pubblicità della campagna abbonamenti per il ritorno in Liga, con l'allora portiere che usciva da un tombino dicendo "siamo tornati". Ora però è ora di salutarsi, come spiega in una lunga intervista a CadenaSER.

ADDIO - Non è un addio, ma un arrivederci, perchè Burgos sogna di tornare al Wanda Metropolitano e stavolta da primo allenatore. "Sicuramente mi piacerebbe, se succederà in maniera naturale. Nei posti dove ho allenato ho gettato i semi per tornare, ma non ho alcuna fretta, devo prendere le decisioni migliori. Ma l'Atletico sicuramente mi ha dato la possibilità di lasciare il club dalla porta principale, il che fa una certa differenza. L'Atletico i suoi idoli li saluta, non è qualcosa che fanno tutti. Guarda il Real Madrid. Ci sono stati calciatori come Casillas, uno che non è stato salutato come avrebbe meritato. Lasciare un club dalla porta principale è la cosa miglior che ti possa capitare".

ATALANTA - Nel ricordare i momenti più belli, spazio al passato ma anche al futuro. "Quando ci siamo abbracciato dopo aver vinto la Liga, la partita di Liverpool e quando arriveremo in finale di Champions e la vinceremo". Anche se davanti ci sono avversarie ostiche, tra cui forse la Dea. Una sfida che ispira molto Burgos."Mi piacciono le squadre versatili, come per esempio il Lipsia e l'Atalanta. Quando c'è stato il sorteggio ho detto al Cholo che ci toccherà l'Atalanta perchè è seconda in Serie A quando mancano cinque partite, sta facendo la storia. E saranno importanti i giorni dopo la fine del campionato per come andrà la Champions. L'Atalanta avrà 10 giorni di riposo, mentre il PSG deve giocare amichevoli, deve capire come sta messa la squadra". E se lo dice uno che non ha i complimenti facili come il Mono...