Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mondiali ogni due anni, Klopp sbotta: “Ogni idea non fa altro che aggiungere nuove partite, non è possibile!”

Mondiali ogni due anni, Klopp sbotta: “Ogni idea non fa altro che aggiungere nuove partite, non è possibile!”

Calendario intasato, nazionali e infortuni, problemi comuni. E la proposta di Arsene Wenger fa discutere: i Mondiali ogni due anni sono una grande idea o un modo per peggiorare le cose? Secondo Klopp, non ci sono dubbi...

Redazione Il Posticipo

Calendario intasato, nazionali e infortuni. A ogni sosta, quando i club fanno la conta dei calciatori infortunatisi più o meno gravemente durante la finestra dedicata alle qualificazioni per i grandi tornei, si ripropone l'atavico dilemma. E la risposta è sempre la stessa. Si gioca troppo. Normale dunque che la proposta di Arsene Wenger faccia discutere: i Mondiali ogni due anni sono una grande idea o un modo per peggiorare le cose? Ronaldo il Fenomeno, per esempio, si è detto d'accordo. E con lui anche molti calciatori, che adorano la Coppa del Mondo e che quindi si ritroverebbero a giocarla molto più spesso. Ma chi non ci vuole neanche pensare sono gli allenatori. In particolare Jurgen Klopp.

ALTRE PARTITE - Uno che sa bene quanto gli infortuni e un calendario intasato possano creare problemi. Dopo la vittoria della Champions, il suo Liverpool si è ritrovato ad avere due partite...lo stesso giorno, tra League Cup e Mondiale per Club. E nella scorsa stagione alcuni stop parecchio lunghi hanno cancellato ogni possibilità di competere per difendere il titolo della Premier. Ecco perchè il tedesco, parlando al Guardian, non vuole neanche pensare al fatto che si possa giocare ancora di più. "Ogni idea che sento non fa altro che aggiungere partite. E io immediatamente dico 'Altre partite? Giocare un grande torneo all'anno? Assolutamente no, non è possibile". Già, perchè il nuovo calendario immaginato da Wenger prevede non solo i Mondiali, ma anche le grandi competizioni continentali ogni due anni.

 LONDON, ENGLAND - FEBRUARY 22: Arsene Wenger manager / head coach of Arsenal during the UEFA Europa League Round of 32 match between Arsenal and Ostersunds FK at the Emirates Stadium on February 22, 2018 in London, United Kingdom. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

PREPARAZIONE - E, dal punto di vista dell'allenatore di un club, questo significa non avere i calciatori a disposizione per una parte fondamentale della stagione: la preparazione. "Che fine fanno i buoni vecchi ritiri, quei periodi estivi in cui non si gioca per niente? I calciatori che vanno a un grande torneo hanno bisogno di prepararsi, come gli atleti che vanno alle Olimpiadi e fanno allenamenti in altura. Ma i calciatori già giocano tutto l'anno, hanno tre settimane di vacanza, poi due di ritiro e si ricomincia a giocare. Il calcio è questo. E come fai a migliorare se giochi tutto il tempo? Non è possibile". Insomma, il lodo Wenger a Klopp non piace proprio...