Nuovo Mondiale per Club, Ceferin attacca: “Alcuni club dicono che parteciperanno, ma non è mica detto…”

Nuovo Mondiale per Club, Ceferin attacca: “Alcuni club dicono che parteciperanno, ma non è mica detto…”

Giornata importante ad Amsterdam per le sorti del calcio: l’argomento principale dell’assemblea dell’ECA è stato il nuovo Mondiale per Club a 24 squadre che la Fifa vorrebbe dal 2021. Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin si è fatto sentire nei confronti di Real Madrid e Bayern Monaco…

di Redazione Il Posticipo

Il futuro passa da Amsterdam dove si è tenuta la ventiduesima assemblea dell’Associazione dei Club Europei (ECA). I rappresentanti di 232 squadre si sono riuniti per analizzare i programmi del calcio a medio termine. Presente all’incontro anche la Uefa che ha scelto di appoggiare le grandi d’Europa nella creazione di una Super Champions dal 2024 evitando la creazione della Superlega svelata recentemente da Football Leaks. L’argomento del giorno però è stato soprattutto il nuovo Mondiale per Club a 24 squadre.

ATTACCO CEFERIN – Nell’assemblea di Amsterdam la Uefa ha mandato un messaggio a tutti quei club che hanno già dato la loro adesione a Gianni Infantino per la creazione del nuovo Mondiale per Club che la Fifa vorrebbe dal 2021. Come ribadito da Marca, Real e Bayern avrebbero già confermato la loro partecipazione al presidente della Fifa. Dura la replica del numero uno della Uefa Aleksander Ceferin ai 232 rappresentanti dell’ECA: “Se alcuni club si rifiutano di riconoscere le difficoltà che si presentano in quel torneo, non ho alcun problema. Devono capire che il fatto di dire che parteciperanno non significa che lo faranno automaticamente”.

MUSO DURO – Ceferin ha rincarato la dose nei confronti di chi incoraggia la nuova competizione: “Tutti i club dovranno guadagnarsi il diritto di parteciparvi attraverso le competizioni Uefa. Indipendentemente dai trofei che hanno vinto e per quanto famosi possano essere, i club che faranno queste dichiarazioni dovranno stare attenti. Il calcio ci insegna modestia e umiltà perché ciò che accade sul campo è ciò che importa e conta”. Anche il presidente dell’ECA Andrea Agnelli ha ribadito il ‘no’ al nuovo Mondiale per Club: “Siamo contrari perché ci sarebbe una saturazione del calendario, perché si tratterebbe di un torneo che fa concorrenza alla Champions e perché comporterebbe l’interferenza della Fifa nel calcio dei club”. Quale sarà la prossima mossa di Infantino?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy