Monchi-Solskjaer, è scontro frontale: “Non capisco come facciano senza un DS”. “C’è sempre chi vuole dirci quanto sia bravo…”

Negli ultimi giorni sono arrivate polemiche tra Siviglia e United. Il motivo del contendere? Il ruolo del direttore sportivo. In Andalusia c’è Monchi, a Old Trafford…non esiste un DS. E lo spagnolo, negli ultimi giorni di mercato, si è chiesto come fosse possibile, ricevendo però una risposta piccata da Solskjaer…

di Redazione Il Posticipo

Siviglia e Manchester United si sono incontrati l’ultima volta nella semifinale di Europa League. Ad avere la meglio sono stati gli andalusi, che poi hanno vinto (come da…tradizione) il trofeo nella finalissima contro l’Inter. Ma lo scontro non è terminato, perchè anche negli ultimi giorni sono arrivate delle punzecchiate tra i due club. Il motivo del contendere? Il ruolo del direttore sportivo. A Siviglia c’è Monchi, che dopo la deludente parentesi alla Roma è tornato a casa e sta di nuovo facendo bene. A Old Trafford…non esiste un DS. E lo spagnolo, negli ultimi giorni di mercato, si è chiesto come fosse possibile!

MONCHI – “So che ci sono club molto importanti come il Manchester United, che è probabilmente uno dei primi cinque al mondo, che non prevedono questo ruolo. Ma credo che le società siano sempre più coscienti del fatto che una posizione del genere sia necessaria e che noi direttori sportivi siamo l’anello di congiunzione tra lo staff tecnico, la squadra e la dirigenza. E conosciamo il mercato, riceviamo parecchie informazioni da diversi scout. Quindi, per me, è incredibile che esistano club che non prevedano un ruolo simile. Logicamente è il mio pensiero, perchè si tratta di quello che faccio io. Ma ritengo che sia essenziale”. Queste le dichiarazioni di Monchi al Telegraph, che però hanno scatenato una risposta da parte dello United.

SOLSKJAER – E a parlare è Ole Gunnar Solskjaer, come riporta Goal. Il norvegese non ha apprezzato l’ingerenza di Monchi e ci tiene a farlo sapere.“C’è sempre qualcuno che vuole dirci quanto sia bravo e quanto bene gestisca le cose. Ognuno ha la sua idea su come giocare a calcio e su come gestire un club. Noi abbiamo ottimi professionisti a farlo e ci sono sempre discussioni in privato, di cui la gente non sa nulla, in cui valutiamo come vengono fatte le cose e su come procede la gestione della società. È un processo in cui ci chiediamo continuamente se abbiamo le persone giuste al posto giusto. Ma non sono certo io a dover decidere se abbiamo bisogno di un direttore sportivo. Al momento lavoriamo con questa struttura e i risultati dicono che siamo nella direzione giusta”. Insomma, la polemica continua…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy