Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Monchi ottimista: “Il Siviglia è da Champions e arriverà fra le prime quattro in Spagna”

Monchi ottimista: “Il Siviglia è da Champions e arriverà fra le prime quattro in Spagna” - immagine 1
Non si può dire che non stia succedendo nulla, ma nemmeno si può dire che la stagione è finita e non c'è niente da fare.

Redazione Il Posticipo

Le continue battute d'arresto non modificano i compiti fissati dal Siviglia all'inizio della stagione. Monchi non fa un passo indietro, anzi rilancia. L'ex dirigente della Roma ritiene che la squadra costruita, al netto di una falsa partenza che l'ha relegata in zona retrocessione in Liga e a rincorrere in Champions possa centrare l'obiettivo qualificazione e i primi quattro posti in campionato. Le sue parole sono riprese dai canali ufficiali del club.

OBIETTIVI

Sedicesimo posto in Liga, obbligata a vincere a Copenaghen per continuare a sperare nella qualificazione. Non esattamente l'inizio che Monchi sperava. "Non si può dire che non stia succedendo nulla, ma nemmeno si può dire che la stagione è finita e non c'è niente da fare. Gli obiettivi restano gli stessi. Il Siviglia è una squadra ambiziosa in tutte le competizioni e cercheremo di finire tra i primi quattro. L'inizio non è stato buono, ma c'è spazio per migliorare e anche in Champions League siamo in grado di superare la fase a gironi.  Sono convinto che spiccheremo il volo. Ho visto un gruppo che ancora rema nella stessa direzione. La squadra ritroverà fiducia, ci servono solo una serie di vittorie".

Monchi ottimista: “Il Siviglia è da Champions e arriverà fra le prime quattro in Spagna”- immagine 2

MERCATO

Al netto degli obiettivi, la prospettiva è quella di una faticosa rincorsa: Monchi ha operato molto sul mercato per allestire una squadra competitiva.  "In Champions il girone di per sé è breve e quest'anno sarà ancora più veloce. Il margine di errore è piccolo e quando si perde in casa, l'ideale è recuperare quella perdita di punti il ​​prima possibile. Abbiamo inserito degli innesti importanti. Isco ha otto anni di Madrid alle spalle, dunque è un calciatore che per forza di cose è importante. Januzaj ha qualità va aspettato. Dolberg è su più avanti nella condizione e ogni giorno che passa è un punto a nostro favore perché i conti tornano".