Monchi chiude al Barcellona: “È qui che voglio stare, a Siviglia sono felice”

Si parla di un’altro viaggio di lavoro per Monchi. L’ex DS della Roma viene accostato al Barcellona, ma lui spiega che non ha intenzione di muoversi (di nuovo) da Siviglia

di Redazione Il Posticipo

Sono molte le persone, più o meno giovani, che a un certo punto della propria vita capiscono che è arrivato il momento di cambiare aria. Talvolta, il cambiamento è dettato da alcune contingenze: la fine o l’inizio di una relazione, un nuovo lavoro e quant’altro. Altre volte, sembra scattare un interruttore. Ci si trasferisce, si cambia vita ma non sempre quella di spostarsi si rivela la scelta giusta. Così si torna a casa e si capisce che è quello il posto a cui si appartiene. Questo è successo anche nel calcio a Ramon Rodriguez Verdejo, detto Monchi. . L’ex DS della Roma viene accostato al Barcellona ma lui non si muove da Siviglia.

L’ESPERIENZA INSEGNA – Monchi, un’esperienza altrove, l’ha già fatta. E bisogna dirlo, non è stata felicissima. I tifosi della Roma non ricordano l’ex portiere del Siviglia proprio con grande affetto. A lui viene imputato lo smantellamento della squadra arrivata in semifinale di Champions League. Eppure a Siviglia era visto come un autentico luminare. La lezione? A quanto pare, Monchi fa bene solo a Siviglia. Viste le presidenziali in casa Barcellona, si è fatto il suo nome per ristrutturare la squadra blaugrana ma in un’intervista a Estadio Deportivo, Monchi chiude la porta: “Non do molta importanza a queste cose. Sono molto più interessato al presente“.

(Photo by David Ramos/Getty Images)

FELICE –Sono dove voglio essere, dove sono appagato, super felice e si vede dalle immagini dell’altro giorno quando facevo baccano sugli spalti. Quando vedo queste immagini, vedo che sono felice e contento, che è ciò che è importante per me. Anche la mia gente lo è, la mia famiglia e questa è la cosa importante. A volte questo non ha prezzo“. Queste parole, arrivate dopo la sconfitta nella semifinale d’andata di Copa del Rey, sembra chiudere definitivamente i rapporti tra Barcellona e Siviglia, almeno da questo punto di vista. Monchi è felice in Andalusia ed è lì che deve restare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy