Monaco in emergenza, ma non c’è problema: Henry convoca…Thuram!

Nelle difficoltà, la cosa migliore è chiedere aiuto agli amici. Di conseguenza, viste le assenze tra i titolari, contro l’Atletico Madrid in panchina assieme a Henry ci sarà…Thuram. Ovviamente non Lilian, ma suo figlio Khéphren, classe 2001.

di Redazione Il Posticipo

Per Thierry Henry, suo malgrado, si prospetta una serataccia. Di fronte al suo Monaco ci sarà un Atletico Madrid in cerca della prima posizione nel girone e quindi certamente non in vena di sconti. E anche la situazione della squadra del Principato non può certo rassicurare l’ex juventino. Sì, in Ligue 1 è arrivata la prima vittoria, ma con l’Europa già salutata e ben tredici assenze, non ci si presenta al Wanda Metropolitano nelle condizioni migliori. Ma nelle difficoltà, la cosa migliore è chiedere aiuto agli amici. Di conseguenza, come già avvenuto in campionato contro il PSG, in panchina assieme a Henry ci sarà…Thuram.

FARAONE – Ovviamente non Lilian, anche lui campione del mondo ed europeo, nonchè amico ed ex compagno di squadra dell’attuale allenatore del Monaco. Si parla del giovanissimo Khéphren, nato a Reggio Emilia nel 2001 e già inserito dal Guardian nella lista dei migliori millennials. Thuram junior…junior, considerando che c’è anche suo fratello Marcus, che gioca nel Guingamp ed è già un esperto di Ligue 1, potrebbe quindi esordire nella serata di Champions League prima ancora di farsi vedere in campionato. Un tratto comune a molti calciatori che hanno scritto pagine importanti degli ultimi decenni. E se il ragazzo, che può giocare da centrale difensivo e da centrocampista, vuole tenere fede al suo nome, deve fare un esordio…faraonico.

MODELLI – “L’ho chiamato Khéphren per ricordare che la storia dei popoli africani non inizia mica con la schiavitù”, racconta papà Lilian. E, come riporta AS, il piccolo…re ha già le idee chiare. Intanto vuole ripercorrere il cammino di suo fratello, poi per quello di suo padre si vedrà. “Marcus è un esempio. Non dico che voglio seguire le sue orme, perchè devo trovare la mia strada, ma giocare in Ligue 1 come lui è il mio obiettivo”. Ma quale sono i modelli di Thuram junior? Di esempi, anche dentro casa, ce ne sono tanti. Ma evidentemente, al ragazzo piace giocare a centrocampo: “Ammiro tantissimo Pogba, ma anche Vieira. Mio padre mi parla sempre di lui…”. Insomma, un’altra soddisfazione per il buon Lilian, che però non ha ancora trovato un vero erede. Tra un mediano e un attaccante, possibile che nessuno voglia giocare in difesa? Considerando che il paragone sarebbe abbastanza pesante, forse è meglio così per tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy